Get Adobe Flash player

È ufficiale: stagione finita per Chris Bosh

bosh heatNon poteva esserci notizia peggiore per i Miami Heat ed i loro tifosi: la stagione di Chris Bosh è finita ufficialmente. L’indiscrezione era in realtà nell’aria già da tempo, il lungo è fuori dallo scorso febbraio, ma l’ufficialità è arrivata solo mercoledì attraverso un comunicato stampa:

“Gli Heat e Chris annunciano che purtroppo non giocherà per il resto della stagione. La franchigia, lui ed i medici hanno lavorato durante tutto questo tempo insieme e continueranno a farlo anche durante la lunga pausa dell’offseason per farlo tornare in campo il prima possibile”

Una brutta tegola per tutti sia sotto il punto di vista sportivo che sotto quello umano. Come ricorderete Bosh sta lottando infatti da più di un anno con una trombosi che lo costringe fuori dal campo ed a nulla pare essere servito il lungo stop della scorsa stagione. Certo nonostante tutto il lungo ex Raptors resta ottimista continuando a vedere come possibile un suo rientro, che si spera sia definitivo, già dalla prossima regular e scongiurando l’ipotesi di un suo addio in anticipo, tanto da esser volato addirittura sino a Toronto per stare vicino ai suoi compagni.

L’unica nota positiva di tutta la questione è proprio il comunicato congiunto che serve almeno a far rientrare tutte quelle ipotesi di frizioni fra la società e Chris che voleva partecipare per forza ai playoff malgrado i consigli dei medici.

Certo una notizia del genere non può non creare un clima abbastanza pesante in casa Miami. Ed infatti per rendersene conto basta leggere le dichiarazioni dei tanti colleghi scioccati per l’accaduto, come Dwyane Wade: «Mi sento veramente colpito da questa vicenda, ma questo purtroppo ci aiuta a non dare mai nulla per scontato. Soprattutto quando si tratta non solo di un compagno di squadra ma anche di un amico. Conoscendolo immagino quanto gli pesi non essere qui con noi in questo momento».

«Ci è sempre vicino – ha aggiunto coach Spoelstra – come se non avesse questi problemi. Questo credo aiuti molto sia lui che noi. Con lui parlo di leadership a tutti i livelli e mi faccio consigliare. Avere una voce critica come lui ci serve e lui non ci fa mai mancare il suo supporto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche