Get Adobe Flash player

Andrew Bogut è deciso: «Senza l’anello il record di vittorie non serve a un c***o»

Andrew Bogut WarriorsUna stagione incredibile quella dei Golden State Warriors e ora se vogliono renderla indelebile nella storia NBA sono costretti a vincere le ultime 4 partite, 2 contro San Antonio e 2 contro Memphis e arrivare a quota 73 vittorie in regular season.

A Andrew Bogut però sembra non interessare molto il record e si unisce a quelli che mettono in primo piano tra le priorità quella di confermarsi campioni del titolo, dichiarando al San Jose Mercury News : «L’obiettivo è l’anello, sia se abbiamo uno di 50-32 sia se battiamo il record. Se non vinciamo l’anello il record non serve a un c***o».

«Non siamo assolutamente concentrati su quello, ma ce lo chiedono tutti i giorni ed è umano continuare a pensarci più del dovuto», ha continuato.

La questione però al momento è anche quella di conservare il primo posto della Western Conference, ancora a portata degli Spurs se gli Warriors dovessero perdere i due scontri diretti e una delle partite con Memphis. Sarebbe una vera e propria beffa, calcolando che il fattore campo di queste due squadre è basilare, specialmente in questa stagione.

Steve Kerr e Gregg Popovich sicuramente avranno da lavorare, per terminare la stagione nel migliore dei modi, pensare a far riposare i loro migliori giocatori ed evitare di buttare al vento una stagione fin qui trionfale per entrambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche