Get Adobe Flash player

Kobe si gode la vittoria sugli Warriors: «Merito dei calzini»

Los Angeles Lakers v Golden State WarriorsIl risultato finale sorprende tutti, ma i Golden State Warriors, forse distratti dal clamore per l’ultima sfida contro Kobe Bryant, cadono sul campo dei Los Angeles Lakers, che sembrano totalmente un’altra squadra, ma meritano pienamente il successo finale.

Kobe Bryant, in campo per 24 minuti, con 12 punti e 4 su 14 dal campo, si gode il successo della sua squadra e può riposare la sua spalla, che lo ha tormentato nella sua ultima stagione in NBA. «Dopo l’ultima partita non ero nemmeno in grado di cambiare stazione radio in macchina, non riuscivo a muovere le braccia, ma volevo giocare e ho provato a non pensarci dando tutto in campo».

Una vittoria che ai fini della classifica è addirittura un danno per i Lakers, che sono nella strana condizione in cui ogni sconfitta li avvicina sempre di più alla prima chiamata al Draft del 2016, visto il sistema della Draft Lottery. Un successo però importante per i tifosi e per i giovani in rosa.

«È stato il potere dei calzini», ha commentato divertito. I Lakers per questa sfida hanno adottato dei calzini celebrativi, con il faccione, il numero o la caricatura di Kobe, «i miei bambini sono impazziti nel vedere quelli con la mia caricatura afro, ma alla fine credo che gli abbiano dato la forza».

Anche il rookie D’Angelo Russell rende omaggio al leader dei Lakers: «Kobe ci ha aiutato per tutta la partita allenandoci da bordo campo, dicendoci di spingere quando ne avevamo la possibilità, di non temporeggiare e ha funzionato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche