Get Adobe Flash player

Kobe: «Avrò autografato almeno 30 paia di scarpe per gli avversari quest’anno»

Cleveland Cavaliers v Los Angeles LakersChe tutti vogliano prendersi un pezzo di Kobe nel corso della sua ultima stagione è un dato di fatto difficilmente nascondibile. Del resto chi non vorrebbe accaparrarsi un pezzo di storia ultraventennale e centrale nella storia del basket?

Nessuno però poteva immaginare, tantomeno lo stesso Bryant, che in tanti colleghi nell’insolita veste di fan sarebbero finiti col chiedergli autografi ed altro a margine dei loro incontri.

Un retroscena confessato proprio da lui al cronista di ESPN.Com Baxter Holmes di aver firmato almeno 30 paia di scarpe, aggiungendo: «In genere sono pochi i ragazzi che dimostrano di avere gli attributi (letteralmente i cojones, ndr) e chiedermelo. Io gli do tutto senza problemi».

E la cosa curiosa in sé e che è capitato sia di firmare scarpe nuove appena uscite dalla scatola, prima quindi che potesse utilizzarle, sia appena usate. Segno che di fronte ad una testimonianza del genere fare gli schizzinosi è impossibile…

In tanti gli hanno chiesto poi delle dediche speciali puntualmente arrivate, come ad esempio Draymond Green con «fai la storia», Tony Allen definito «il miglior difensore che abbia mai incontrato» e l’invito a Kevin Durant di «essere il migliore».

Unico a distinguersi come al solito Stephen Curry che ha preferito farsi firmare la maglietta di gioco. Ma che siano scarpe o altro poco importa, perché le leggende non di discutono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche