Get Adobe Flash player

Anthony Davis e la sua guerra personale contro la noia

anthony davisÈ stato un pessimo fine di stagione per Anthony Davis, non c’è alcun dubbio visto che nel giro di dieci giorni si è visto sfuggire a causa degli infortuni la possibilità di andare a Rio e la famosa Rose Rule di cui abbiamo ampiamente parlato.

Un brutto periodo cui dovranno seguire 3 o 4 mesi di stop totale compensati per fortuna dalla buona notizia del doppio successo degli interventi al ginocchio e dal non dover più operare la spalla. Un sospiro di sollievo almeno sotto il punto di vista medico.

Il problema ora sarà combattere la noia, perché per chi aspirava di partecipare ai playoff, risultati permettendo, 90 giorni di riposo sono tanti. Tanto che per sua stessa ammissione ora il problema non è fisico:

«quanto più che altro quello di combattere la noia. Quello è il vero nemico. Sto pensando addirittura di riprendere a disegnare o a qualcos’altro per ingannare il tempo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche