Get Adobe Flash player

Ancora un Grizzlies out: Conley fuori un mese. Iguodala invece tornerà in 2 settimane

mike conley grizzliesPare non esserci pace per i Memphis Grizzlies che ad un mese esatto dalla fine della regular dovranno rinunciare a Mike Conley, fermato da un infortunio al tendine d’Achille sinistro.

A confermare la notizia la stessa società che ha diramato il bollettino nelle ultime ore di sabato scorso. Ma c’è anche uno spiraglio di ottimismo visto che lo staff medico ha preventivato la convalescenza in tre – quattro settimane, quindi c’è tempo per i playoff e con un po’ di fortuna anche per partecipare agli ultimi incontri di regular in modo da averlo già rodato.

Una vera e propria caporetto come abbiamo già visto negli scorsi giorni visto che a Memphis sembrano lottare contro una serie di infortuni continui: Marc Gasol resterà fuori a tempo indefinito per una frattura al piede, Mario Chalmers si è infortunato la scorsa settimana sempre al tendine d’Achille, la riserva Chris Andersen per problemi alla spalla sinistra e Zach Randolph è fuori già da tempo per problemi al ginocchio.

Di fronte ad assenze come queste sono corsi ai ripari con Ray McCallum e Alex Stepheson sperando di mettere la parola fine a quella che sembra una vera e propria maledizione.

Buone notizie invece per gli Warriors costretti a rinunciare ad Andre Iguodala dopo uno scontro con Damian Lillard venerdì scorso. In molti temevano il peggio ma fortunatamente gli esami del caso hanno scongiurato problemi gravi, riscontrando per il momento solo quella che sembra essere una grave storta alla caviglia senza però rilevare fratture od altro.

Certo rimarrà fuori per almeno due settimane, ma rispetto all’idea di dover finire anticipatamente la stagione si può tirare quasi un sospiro di sollievo.

Ottimismo che si legge del resto anche dalle parole di Kerr: «Questo per noi è un grande problema. Andre è molto importante ma per fortuna abbiamo ottimi giocatori che conoscono bene i flussi di gioco e sono in grado di capire bene dove andare. Nessuno sarà in grado di sostituirsi a lui, è stato MVP durante le finals ricordiamocelo, ma certo non possiamo fermarci per questo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche