Get Adobe Flash player

LeBron pensa ai playoff: «Partiremo tutti alla pari, sono 10 volte più in forma dell’anno scorso»

james curry finalsCoi Cavs sempre più protagonisti indiscussi ad Est, ieri hanno asfaltato gli Hornets, i parallelismi ed i pronostici per i playoff, che poi non sono così lontani, si sprecano. Ad essere chiamato in causa è ovviamente l’uomo simbolo della franchigia, LeBron James, che più di tutti rappresenta le aspirazioni e la voglia di riscatto che si respira lì a Cleveland.

Certo i paragoni con la scorsa stagione si sprecano, ed è proprio lui a rispondere ad ESPN che questo non è un anno come gli altri e soprattutto nulla c’entra con l’anno scorso:

«Rispetto al 2015 bisogna partire dal presupposto che non ero al massimo della forma. Quest’anno invece è diverso mi sento 10 volte meglio. Questa è la mia mentalità. Mi sento benissimo ed anche se non è più come quando avevo 23 anni sono molto motivato».

Che i Cavs si candidino a lasciare il segno anche quest’anno è un dato di fatto, ed in molti sperano in una replica dello scontro cogli Warriors nelle finals. Magari è un po’ presto per parlarne, Spurs e Thunder potrebbero addirittura metterci lo zampino, ma sicuramente non è una possibilità così remota.

Golden State è sì un avversario temibile ma questo non sembra intimorire per niente James:

«Siamo dei privilegiati perché nel nostro campionato c’è un basket di altissimo livello e loro sono sicuramente tra i più forti. Del resto sono i campioni in carica e rispetto allo scorso anno sono solo migliorati. Ma dobbiamo ricordare che non sono gli unici ad entrare nei playoff e che poi tu puoi aver messo insieme anche 82 vittorie di fila, ma una volta che stai lì si ricomincia tutto da capo e partiamo tutti da zero».

Ed in fondo è anche meglio così: se dovessero veramente scontrarsi contro Curry e compagni servirà tutto il suo talento e la sua motivazione per vincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche