Get Adobe Flash player

Kevin Durant a Golden State, si può! Ecco come

KD-WarriorsÈ solo un’altra puntata della tenelovela che coinvolge Kevin Durant, ma questa è sicuramente più interessante delle altre. Stando ad alcune voci, riportate da Yahoo Sports, i Golden State Warriors sono seriamente interessati ad offrire un contratto a Durant, che in estate sarà free agent e sono già al lavoro per studiare strategie e tattiche di convincimento.

Ovviamente queste voci si basano sul fatto che il numero 35 dei Thunder non abbia ancora deciso se restare a Oklahoma City o meno, ma nel caso in cui decidesse di lasciare la squadra ora i campioni in carica potrebbero essere la prima alternativa.

La prospettiva è di sicuro interesse: un titolo NBA, un altro a portata di mano e un’arena da milioni di dollari pronta per essere inaugurata, con contratti televisivi e sponsor che tutto questo giro di soldi si porta dietro.

Ecco in sintesi i movimenti che consentirebbero agli Warriors di prendere il migliore free agent in circolazione:

Confermare Stephen Curry, Klay Thompson e Draymond Green, che il prossimo anno hanno un contratto complessivo garantito di 44 milioni. Questo per dare in mano a Durant una squadra da titolo. Tenere Shaun Livingston, che ha un contratto garantito di soli 3 milioni.

Successivamente dovrebbero trovare una destinazione ad Andre Iguodala, utilissimo anche quest’anno, ma uno scalino sotto a Durant, soprattutto se pensiamo agli 11 milioni di ingaggio. Le altre due rinunce dovrebbero essere Harrison Barnes e Andrew Bogut, ma, vista com’è andata con David Lee, non dovrebbe essere troppo difficile.

Le ultime mosse coinvolgerebbero i free agent già acquistati, in modo da creare spazio nel monte ingaggi.

La domanda è: costruire una squadra su 4-5 nomi o restare una delle rose più complete della NBA?

Tutto questo potrebbe portare alla costruzione di uno dei roster più forti di sempre, ma attenzione alle altre pretendenti, che non rinunceranno facilmente a Durant e potrebbero offrirgli più soldi. Da qualche giorno per esempio si sono inseriti i Clippers, molto determinati nel caso partisse un big: il “tormentato” Blake Griffin.

2 risposte a Kevin Durant a Golden State, si può! Ecco come

  • brady scrive:

    Vero che e rischioso cambiare un sistema perfetto come quello dei dubs…ma e un rischio che va preso se si ha la possibilità di arrivare a durant…anche perché nello sport dopo un po di anni una squadra va cambiata un po…

  • Andre87 scrive:

    Oh my God!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche