Get Adobe Flash player

Vlade Divac: «Ero sul punto di bloccare il passaggio di Kobe ai Lakers»

stojakovic divac kingsCi sono dei particolari momenti nella vita di un uomo in cui a seconda delle scelte si è in grado di condizionare non solo il proprio futuro ma anche quello degli altri, a maggior ragione se si è degli sportivi professionisti. Così come alle volte è scritto nel destino che due persone si incontrino per dare il meglio di sé.

Basta questa piccola introduzione per presentare quel piccolo scherzo del destino che per poco non è finito col far saltare la storia degli ultimi 20 anni del basket contemporaneo per come lo conosciamo. E pare incredibile ma a vivere una situazione del genere sono due vecchie conoscenze del calibro di Vlade Divac e Kobe Bryant tutti e due legati, come ricorderete, da un sottile filo viola giallo.

Il serbo ha confessato in un’intervista ad ESPN di essere stato sul punto di mollare il professionismo all’indomani della scelta, correva l’anno ’96, dei Lakers di scambiarlo con gli Hornets per una giovane matricola quasi sconosciuta che di cognome faceva Bryant. A LA era oramai in più visto che stava arrivando uno dei centri più forti e promettenti di sempre: Shaquille O’Neall.

Un’abile mossa di mercato orchestrata da un General Manager come Jerry West che però ha rischiato di non vedere mai la luce dato che proprio il diretto interessato era sul punto di mandare tutto a monte:

«Ero molto confuso e dispiaciuto. Un giorno senza sapere nulla mi hanno presentato un accordo bello e pronto. Un atteggiamento che non mi è piaciuto, anche perché ho sempre giocato per passione e divertimento non per costrizione… come potevo vedere di buon occhio una cosa del genere calata così dall’alto? Ero proprio dell’idea di mollare tutto…».

Se non fosse che, per ammissione dello stesso Vlade, a salvare tutto è stato proprio il carisma dello stesso Jerry «che non fa mai nulla per caso. Dopo avergli confidato tutto il mio disappunto mi ha detto “prova solo per un periodo, se non dovesse andare bene ci penserò io tranquillo”».

Nessuno poteva immaginare che i suoi pronostici erano giusti e da lì ad un paio di anni, siamo nel ’99, col passaggio ai Sacramento Kings avrebbe dato vita ad una delle più accese rivalità degli anni 2000 in quel derby tutto californiano con i suoi vecchi Lakers.

Oggi a distanza di anni è facile vedere tutto sotto un’ottica diversa, lo stesso Divac avrebbe fatto lo stesso «senza neanche pensarci», rendendo onore alla lungimiranza di Jerry West che è riuscito ad intuire le potenzialità di tutti gli attori in gioco. Se così non fosse stato oggi non parleremo della rivalità tra Shaq e Black Mamba, come del suo prossimo ritiro, e probabilmente di tanto e tanto altro ancora…

Una risposta a Vlade Divac: «Ero sul punto di bloccare il passaggio di Kobe ai Lakers»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche