Get Adobe Flash player

Vittorie importanti per Clippers, Bulls e Mavs. Notte da record per Walker.

jj redick clippersOltre al remake delle Finals i riflettori nella notte NBA erano puntati sui Los Angeles Clippers, che reduci da 10 vittorie in 11 partite affrontavano gli Houston Rockets, in un momento positivo della stagione. I ragazzi di coach Rivers devono faticare, ma al supplementare portano a casa la vittoria per 140 a 132 grazie soprattutto ai 40 punti, con un pazzesco 9 su 12 da tre, di J.J. Redick. Record di triple anche per la squadra di LA che ne realizza 22.

«Abbiamo perso troppe partite importanti e non solo contro i Rockets», ha commentato Redick, «per questo con Chris Paul ci siamo caricati prima del match. Era importante per noi essere aggressivi dall’inizio e metterli sotto».

36 punti e record in carriera di 26 rimbalzi pareggiato per Dwight Howard che chiude la sfide con un “particolare” 14 su 18 ai liberi.

Paul dà una grande mano a Redick e a tutti i Clippers, realizzando 28 punti, con 12 assist e 5 su 7 da tre. 16 punti e 15 rimbalzi per DeAndre Jordan, che torna in campo dopo l’infortunio. Ora per loro ci sono i Cavaliers, per provare a dare continuità all’ottimo momento.

Bella vittoria dei Chicago Bulls, che si impongono sui Detroit Pistons per 111 a 101. Con Joakim Noah fuori per il resto della stagione i Bulls possono contare su un Pau Gasol da 31 punti e 12 rimbalzi e su Derrick Rose che realizza 20 punti.

Pistons nervosi, dopo un ottimo inizio di partita, con Kentavious Caldwell-Pope espulso per doppio tecnico e Andre Drummond, che rimedia un altro tecnico, limitato a 13 punti e 16 rimbalzi.

Anche i Dallas Mavericks, che venivano da 2 sole vittorie nelle ultime 6, conquistano una vittoria importante, contro i Boston Celtics per 118 a 113 al supplementare. Sesta doppia doppia in stagione e record di punti pareggiato per Dirk Nowitzki, che chiude con 31 punti e 11 rimbalzi.

Protagonista dell’overtime per i Mavs è Deron Williams: per lui 10 punti (su 20 totali) con due triple consecutive ad aprire il parziale.

Merita una menzione Kemba Walker degli Charlotte Hornets, che trascina i suoi alla vittoria sugli Utah Jazz per 124 a 119 dopo 2 supplementari. È suo il record di franchigia di 52 punti, grazie anche al 14 su 15 ai liberi, in un momento delicato del finale di partita.

Gordon Hayward segna 36 punti, Trey Burke 25 e Rudy Gobert 14 con 14 rimbalzi per i Jazz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche