Get Adobe Flash player

L’ex Lakers Samaki Walker accusa Kobe: «Mi ha dato un pugno per una scommessa da 100 dollari»

kobe-bryant2C’è un sottile limite che divide la vita pubblica da quella private e c’è da sempre un patto tacito che ordina che qualsiasi cosa accada nello spogliatoio debba rimanere lì. Da qualche tempo questo limite sembra vacillare e molti dettagli della vita delle squadre iniziano a uscire fuori, un po’ perché con i social network basta uno scatto o un video e un po’ perché è sempre difficile impedire che qualcosa trapeli.

Il fatto in questione si riferisce a una decina di anni fa e a riferirlo è il diretto interessato: Samaki Walker. Un’anonima carriera per lui, che lo ha visto percorrere anche i campi di Siria e Libano impreziosita da un anello NBA conquistato in maglia Lakers al fianco di Kobe Bryant.

Walker ha rivelato che dopo una scommessa fatta in campo su tiri, la classica sfida da metà campo, doveva pagare a Kobe 100 dollari e aveva 48 ore. Secondo lui però dopo qualche ora, nel bus della squadra, Bryant lo avrebbe affrontato chiedendo la somma e quando si è visto rispondere di no lo avrebbe colpito con un pugno in faccia.

«È stato un pugno infame, dritto in faccia e dal nulla», queste le sue parole.

Si può credere o no alla versione di Walker, si può discutere del fatto che se ne sia uscito così dopo 10 anni, ma sinceramente il Kobe che conosciamo noi non sembra in grado di un gesto del genere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche