Get Adobe Flash player

C.J. McCollum escluso dallo staff dei Blazers per una svista

cj_mccollum_633_633_90È destinata a creare un vespaio di polemiche la svista dei Trail Blazers che ieri, nell’incontro perso contro i Clippers per 109 – 98, hanno inserito C.J. McCollum nella lista dei giocatori inattivi – e che quindi non poteva entrare in campo – sbagliandosi con Luis Montero.

Un erroraccio finito coll’influenzare per forza di cose l’esito finale della partita, Mc Collum è il secondo miglior marcatore della franchigia, e che ha dato vita ad un buffo teatrino con lo stesso CJ costretto a svestire la divisa una volta accortosi dell’errore e con Montero chiamato a giocare per non più di due minuti.

Ad addossarsi l’intera paternità della vicenda è stato lo stesso coach Stotts: «Ho firmato il documento senza nemmeno guardare. È evidente che la colpa sia mia. Una volta accortomi dell’errore abbiamo cercato di recuperare ma non è stato possibile…».

Un riferimento, o un’accusa velata, all’atteggiamento di Doc Rivers che si è opposto al cambio in extremis tra i Blazers dando adito alle polemiche di tanti che chiedevano elasticità e sportività, sicuri della superiorità dei Clippers. Ma per quanto possa sembrare strano errori così grossolani non sono tanto rari, anzi lo stesso Rivers – che si è mostrato così inflessibile in quest’occasione – è stato protagonista di un episodio simile nella stagione ‘13/’14 con Danny Granger costretto fuori in un match contro i Pelicans.

Sono infatti ben note le sue posizioni sulla lista degli attivi/inattivi: «Penso che non dovrebbe esserci una lista di attivi o inattivi. Sono almeno tre anni che lo dico, e se qualcuno può dirmi a cosa serva lo faccia. Da allenatore è difficile capire tutto questo».

Ci ha pensato alla fine lo stesso Mc Collum a gettare acqua sul fuoco «è stato un vero peccato ma per fortuna è finita. Ora pensiamo al prossimo incontro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche