Get Adobe Flash player

Warriors a valanga sui Suns, record “casalingo” per gli Spurs, bene Clippers e OKC

curry barnes green warriorsDopo aver interrotto la striscia di vittorie consecutive Golden State torna in campo contro i Phoenix Suns e come era immaginabile battono gli avversari praticamente dal primo possesso. Klay Thompson registra il record stagionale con 43 punti, ma con 27 punti nel solo terzo quarto e Stephen Curry ne segna 25, prima del suo “solito” quarto quarto in panchina.

Troppo motivati gli Warriors nel tornare al successo per questi Suns, nonostante i 24 punti di un buon Mirza Teletovic in uscita dalla panchina. Come ha detto coach Jeff Hornacek contro Golden State «devi essere perfetto per 48 minuti, non basta giocare bene per 18».

Draymond Green registra la quarta tripla doppia in stagione con 16 punti, 11 rimbalzi e 10 assist e per Golden State ora c’è subito la possibilità di vendicare l’unica sconfitta subita in stagione, quando venerdì ospiteranno i Milwaukee Bucks.

Vincono anche gli Spurs in casa contro gli Washington Wizards per 114 a 95. Per San Antonio è la 23esima vittoria casalinga consecutiva, un record di franchigia, e la 14esima consecutiva in apertura di stagione. Kawhi Leonard segna 27 punti che permettono ai suoi di recuperare da un ottimo inizio di Washington, che nonostante le assenze di Bradley Beal e di Nene, a metà del secondo quarto erano avanti.

John Wall segna 20 punti, così come Marcin Gortat che aggiunge anche 10 rimbalzi. La difesa degli Spurs prende il controllo della partita grazie anche al rookie Boban Marjanovic. «Sa usare bene i suoi centimetri», ha detto coach Popovich, «è bravissimo nei rimbalzi offensivi, in difesa e sui pick’n’roll, sta crescendo molto».

Terza vittoria consecutiva per i Los Angeles Clippers, che battono i Milwaukee Bucks per 103 a 90, grazie a un ottimo Blake Griffin e ai 21 punti con 8 assist di Chris Paul. DeAndre Jordan viene espulso nel terzo quarto per doppio tecnico, ma la squadra sembra non sentire la sua mancanza.

Paul Pierce segna un canestro sulla sirena del primo quarto che gli permette di raggiungere quota 26.000 punti, che lo mandano al 16esimo posto della classifica marcatori all-time e al quinto tra i giocatori ancora in attività.

I Milwaukee Bucks sono distratti dalle polemiche per il video pubblicato da TMZ.com che mostra Plumlee, Monroe, Mayo and Khris Middleton in uno strip club dopo la sconfitta con i Lakers. La società e coach Kidd non hanno preso provvedimenti.

Per gli Okahoma City Thunder quella per 106 a 90 contro i Portland Trail Blazers è la sesta vittoria di fila. Kevin Durant è il migliore con 24 punti, ma OKC gioca in modo aggressivo, tanto da guadagnare ben 37 liberi, subendo 28 falli.

Ora per Durant, Westbrook e compagni c’è in programma la sfida con i Cleveland Cavaliers, un bivio per capire dove può arrivare questa squadra una volta recuperati gli infortunati illustri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche