Get Adobe Flash player

Un Wade stellare ferma i Thunder, interrotta la striscia vincente dei Pacers, OK Spurs e Magic

dwyane wadeUna delle partite più spettacolari della stagione NBA ha visto i Miami Heat portare a casa la vittoria per 97 a 95 contro gli Oklahoma City Thunder, grazie a un Dwyane Wade in forma smagliante, che realizza i due liberi a 1,5 secondi dalla fine, oltre a trascinare gli Heat con una prestazione da 28 punti e 4 rimbalzi.

«Sembrava di essere ai playoff, queste sono le partite a cui vorresti sempre prendere parte», ha detto Crhis Bosh, autore di 16 punti e 8 rimbalzi. Un quarto quarto dove le squadre di sono superate ad ogni possesso in effetti è raro per una partita di inizio dicembre, ma entrambe le squadre volevano a tutti i costi la vittoria.

Kevin Durant fallisce la tripla che poteva chiudere il match a 7 secondi dalla fine, ma guida i Thunder con 25 punti, esattamente come il suo compagno Russell Westbrook, che dopo la sirena ha dichiarato: «Ci siamo procurate le conclusioni che in genere mettiamo, oggi non è andata così».

Spettacolare anche la gara tra Pacers e Trail Blazers, con quest’ultimi che interrompono una striscia di vittorie che durava da 6 turni, portando a casa la partita per 123 a 111. Damian Lillard segna 26 punti e la riserva C.J. McCollum ne aggiunge 21 in una serata in cui Paul George non tiene le pazzesche medie dell’ultimo periodo, terminando con 11 punti e 0 su 9 da tre.

Serviva una partita perfetta a Portland per avere ragione dei Pacers e hanno sfoderato la migliore prestazione offensiva della stagione, con un degno di nota 18 su 36 da tre e 51,8% dal campo.

Spurs ancora vincenti contro una potenziale avversaria ai playoff e ancora grazie a una bella prestazione in entrambe le metà campo di Kawhi Leonard. Nella vittoria contro i Grizzlies infatti il numero 2 di San Antonio realizza 27 punti e 8 rimbalzi, registrando il record in carriera con 7 triple, oltre a difendere in modo perfetto su Tony Allen (0 punti) e Jeff Green (10 punti).

L’attacco dei Grizzlies è stato limitato al 38% e, sulle conclusioni sbagliate il controllo dei rimbalzi non ha di fatto mai entrare in ritmo la squadra di Memphis, alla nona sconfitta stagionale.

Continuano la risalita i Magic: Tobias Harris segna 17 punti nella vittoria contro gli Utah Jazz e la squadra di Orlando registra la migliore striscia vincente (5 partite) dal gennaio del 2012. 6 giocatori in doppia cifra e tutto il roster in campo almeno per un minuto testimoniano l’ampiezza e la varietà delle scelte di coach Scott Skiles.

Per i Jazz l’assenza di Rudy Gobert, fuori per infortunio, rischia di incidere notevolmente, specialmente perché il reparto lunghi dipende fortemente dal centro francese.

Ora i Magic hanno la prova di maturità contro i Clippers nella notte di sabato, per dare prova alla lega che possono sedersi al tavolo dei grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche