Get Adobe Flash player

Sconfitta record per i Sixers, che chiedono aiuto a Jerry Colangelo, su “ordine” del Commissioner

jerry colangelo 76ersIl record di sconfitte consecutive in stagione regolare, dei Cavaliers (2o10/11) e dei 76ers (2013/14), è stato superato contando anche il finale della scorsa stagione. Ma la vittoria sui Lakers che ha interrotto la serie di KO non ha comunque risollevato una stagione fallimentare di Philadelphia e nella notte arriva l’ennesimo record negativo: il distacco di 51 punti rimediato contro gli Spurs (119-68) è il più alto nella storia della franchigia di San Antonio e il quinto nella storia dei Sixers, che hanno perso anche di 56 contro Sacramento nel 1993.

Il tutto sotto gli occhi di Jerry Colangelo, ingaggiato dal proprietario Josh Harris come consulente per capire le ragioni della debacle e provare a invertire la rotta in vista già della prossima stagione.

Dopo lunghi trascorsi nei Suns, come allenatore, CEO e general manager Colangelo ricopre la carica di direttore di USA Basketball e nel 2004 è stato inserito nella Basketball Hall of Fame per il suo contributo da dirigente.

Il suo compito non è facile, ma se ne sarà reso conto subito visto che la batosta contro gli Spurs è arrivata nonostante l’assenza di Kawhi LeonardTim Duncan. «Dobbiamo avere pazienza perché sono sicuro che un giorno arriveranno i playoff e per quel giorno noi saremo pronti», queste le prime parole di Colangelo che pare abbia in cima alla lista delle cose da fare l’estensione del contratto del coach Brett Brown.

L’affiancamento di Colangelo al presidente Sam Hinkie è stato “caldamente” proposto dal commissioner Adam Silver e dai proprietari NBA, che hanno grande rispetto per l’ex proprietario dei Suns e sono intenzionati a far risorgere una franchigia dal fascino storico come Philadelphia, da due anni allo sbando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche