Get Adobe Flash player

Metta World Peace: «I tifosi sono eccitati da Kobe». Shaq: «Ritirate la numero 8!»

kobe bryant lakersLa sfilata di Kobe Bryant nelle arene NBA, per la stagione di saluto a tutti i tifosi della lega, questa notte era di scena a Toronto e come al solito si è conclusa con la sconfitta dei Lakers, per 102 a 93 contro i Raptors.

21 punti in 32 minuti per Kobe, che quando era in panchina non riusciva a trattenere l’emozione per i cori dei tifosi canadesi che lo invocavano ancora in campo. «È stato incredibile, cantavano “Vogliamo Kobe” e io seduto pensavo: “Dai fammi giocare altri 5 minuti”».

«È come vedere camminare una divinità», ha detto DeMar DeRozan, «ha completamente segnato la mia vita. Quando sarò vecchio potrò raccontare di aver giocato contro Bryant, come quelli più grandi di me con Jordan».

Molto divertito anche Metta World Peace, che lo accompagna in quella che probabilmente anche per lui è l’ultima stagione in NBA: «I tifosi sono eccitati (e non “emozionati”, proprio “eccitati”). Mi raccomando scrivete bene questa parola: fan eccitati».

Nonostante tra Shaq e Kobe Bryant non sia mai scorso buon sangue, tutte e due in diverse interviste di qualche tempo fa ammettevano di non essersi mai presi ma di aver sempre sacrificato con tanta schiettezza i dissapori personali per il bene della squadra con cui, nonostante tutto, hanno vinto ben tre titoli consecutivi.

Nessuno però avrebbe mai pensato che a distanza di anni The Big Aristotle in preda alla nostalgia potesse intenerirsi e spiazzare tutti. Rispondendo ad un cronista che gli chiedeva quale numero, se l’8 dei tempi andati o il 24 di oggi, i Lakers dovessero ritirare dopo l’addio di Kobe non c’è stato nessun dubbio: «Il numero 8».

Segno che nonostante la lunga faida vuoi per l’età o semplicemente la nostalgia dei bei tempi, qualcosa è cambiato veramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche