Get Adobe Flash player

Kobe riesce a trasformare i fischi del Garden in ovazione

kobe bryant lakersRipercorrendo a ritroso tutta la carriera di Kobe Bryant non poteva esserci un finale diverso rispetto a quello andato in scena in casa dei Celtics. Uno di quegli appuntamenti con la storia che perdere sarebbe veramente da folli.

Per questo è difficile pensare, o solo realizzare, che ieri è stato l’ultimo capitolo di una rivalità tra Los Angeles e Boston durata per anni e che con il prossimo addio di Kobe verrà consegnata alla storia. Ma mai nessuno avrebbe creduto che un simile omaggio a Black Mamba, nella sua ultima partita al TD Garden, sarebbe arrivata dagli acerrimi rivali di sempre. Invece con una sportività che sa di altri tempi durante la presentazione delle franchigie sia lo speaker che i tifosi si sono lasciati andare ad un grande abbraccio per il campione che, visibilmente emozionato non ha che potuto ricambiare l’affetto dimostratogli dagli ultimi fan possibili.

E forse non è un caso che, in un campionato ancora avaro di risultati, i Lakers abbiano trovato la loro sesta vittoria stagionale contro gli antagonisti di sempre, per capirci meglio quelli contro cui Bryant e compagni vinsero nel 2010 il loro ultimo anello.

Perché spesso nello sport a darti le maggiori soddisfazioni non sono i tuoi compagni ma proprio quelli con cui ti sei confrontato per una vita. E questo Kobe lo sa bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche