Get Adobe Flash player

Knicks sconfitti, ma Porzingis sorprende Nowitzki: «Più forte di me alla sua età»

Kristaps Porzingis KnicksContinua a guadagnare fan il rookie dei New York Knicks Kristaps Porzingis, che nella sconfitta contro i Dallas Mavericks per 104 a 97 mette a referto 28 punti, con 13 su 18 al tiro e 12 punti nel solo quarto quarto.

Una prestazione oltre le sue medie stagionali che non fa che confermare la crescita del lituano, ieri di fronte al futuro Hall of Fame a cui tutti lo paragonano: Dirk Nowitzki. Il tedesco guida i Mavericks con 25 punti e già prima dell’incontro aveva speso parole di elogio per il numero 6 dei Knicks: «Ogni europeo alto che è in grado di tirare viene paragonate a me, ma magari lui è unico e forse migliore di me».

Anche nel post-partita Dirk conferma l’ottima impressione: «Ha una grande personalità. Quando avevo 20 anni ero spaventato da morire quando scendevo in campo e invece lui viaggia a una doppia doppia a partita, quindi probabilmente è più forte lui rispetto a quando io avevo la sua età, magari nel paragone è lui a rimetterci».

«Quando ci giochi contro ti rendi conto che è addirittura più forte di come dicono: è atletico, è agile e può mettere la palla per terra e rendersi pericoloso. Spero che continui a lavorare e tenga gli elogi e le chiacchiere fuori dalla sua testa, in questo modo non ha limiti. Dobbiamo tutti fare il tifo per lui».

Ma Porzingis sembra che non sia un giocatore che sente la pressione, basti pensare a come è stato accolto dai suoi nuovi tifosi al Draft e dopo la partita contro i Mavs ha detto: «Dirk è un campione e mi lusinga il rispetto che ha mostrato nei miei confronti, ma per arrivare al suo livello devo ancora lavorare molto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche