Get Adobe Flash player

Serata no per gli italiani: Kings annientati da Paul Millsap, Nets da Nicolas Batum, troppo forti gli Spurs per Gallinari

nicolas batumNon riescono proprio a fare il salto di qualità i Sacramento Kings di Marco Belinelli e dopo 3 vittorie consecutive arriva la sconfitta per 103 a 97 contro gli Atlanta Hawks, in quella che poteva essere la partita della svolta, quella che definitivamente poteva rilanciare le ambizioni dei ragazzi di coach Karl.

Atlanta è condotta da Paul Millsap, che fa letteralmente quello che vuole nel pitturato, chiudendo con 23 punti e 16 rimbalzi. È suo anche il canestro decisivo che ha messo la parola “fine” a 15 secondi dalla sirena del quarto quarto.

Solito DeMarcus Cousins, top scorer dei Kings con 24 punti e 12 rimbalzi e quarta tripla doppia in 6 partite per Rajon Rondo, che chiude la gara con 12 punti, 12 rimbalzi e 10 assist, ma 7 palle perse, alcune molto “sanguinose”. Belinelli gioca 26 minuti mettendo a referto 8 punti, con 0 su 2 da tre.

Se Milsap ha annientato la difesa dei Kings, a quella dei Nets ci ha pensato uno dei giocatori più in forma dell’inter lega: Nicolas Batum. Gli Hornets escono vincitori dalla sfida di Charlotte per 116 a 111, grazie soprattutto ai 24 punti, 8 rimbalzi e un percentuale oltre il 50% dal campo per il francese ex Portland.

Anche Lionel Hollins, coach dei Nets, sottolinea il momento di grazia di Batum: «È un giocatore chiave di livello assoluto, può creare una penetrazione dal palleggio, trovare uomini liberi sul perimetro. È bravo a creare qualcosa per i compagni esattamente quanto è bravo a segnare».

Andrea Bargnani gioca 12 minuti realizzando 8 punti, già un grande passo avanti rispetto alle uscite precedenti della squadra di Brooklyn.

Inizia a farsi importante la marcia dei San Antonio Spurs, che dopo un inizio di assestamento si mettono all’inseguimento di Golden State. Contro i Nuggets del nostro Gallinari è netta la differenza di valori, specialmente nel ruolo di playmaker.

Emmanuel Mudiay, che ha fatto parlare di sé anche Jason Kidd, è stato portato a spasso da Tony Parker, che risponde alle critiche per non mettere in campo la stessa cattiveria delle scorse stagioni con una partita da 25 punti e 9 assist. Lo stesso Mudiay ha dichiarato: «È ancora un giocatore pazzesco, uno dei più forti play di sempre e stanotte ha giocato una delle sue migliori partite».

Serata no anche per Gallinari, che chiude con soli 9 punti e 8 rimbalzi.

Nuggets che però non devono perdere entusiasmo dopo una sconfitta come questa e continuare la marcia verso un inaspettato (a inizio anno) piazzamento ai playoff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche