Get Adobe Flash player

Sefolosha non si ferma, ora pretende 50 milioni dai poliziotti

093014-hawks-CC12Grandi novità sul caso Sefolosha. Come aveva promesso il suo legale all’indomani dell’assoluzione dall’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, sono stati citati in giudizio per 50 milioni di dollari gli 8 poliziotti coinvolti e la città di New York. Una storia torbida e macchiata da qualche venatura di razzismo, che costò a Thabo la rottura del perone e la fine in anticipo della stagione con l’esclusione dai playoff.

Nonostante abbia dimostrato lunedì scorso contro gli Heat di essersi quasi ripreso, il cestista svizzero vuole andare fino in fondo per una serie di danni «fisici e psicologici permanenti che mi hanno reso quasi permanentemente disabile».

Nella memoria consegnata dal suo avvocato Alex Spyro al City’s Comptroller (una sorta di gran giurì d’oltre oceano) «nonostante sia tornato sul campo, nulla sarà come prima. Oltre alla frattura, che inciderà sul suo futuro da professionista, quella sera si è rotto qualcos’altro e nulla sarà più come prima».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche