Get Adobe Flash player

Coach Blatt prova a smorzare gli entusiasmi: «Ai miei Cavs serve tempo»

david blattMancava un tassello per essere ufficialmente considerati la prima pretendente, almeno ad Est (anche se non ci vuole molto), per il titolo NBA. Ora con Thompson il roster è al completo. Gli infortuni della scorsa stagione subiti nei playoff hanno reso meno amara la sconfitta alle Finals contro Golden State e molti oggi sono convinti che se la sorte dovesse assistere coach Blatt la cavalcata condurrà Cleveland fino in fondo.

Una convinzione talmente comune che proprio l’allenatore si è visto costretto a placare gli entusiasmi e a predicare calma: «Ad oggi non siamo al top come squadra. Non so dirvi se siamo pronti, ma sicuramente possiamo essere considerati una pretendente. Abbiamo bisogno di tempo per trovare la giusta chimica e lo faremo giorno per giorno».

In effetti tra giocatori fuori (Irving, Mozgov e Shumpert) e quelli acciaccati o al ritorno da un lungo infortunio (Love, LeBron e Varejao) coach Blatt ha faticato non poco in questa preseason, in cui ha rimediato 6 sconfitte e una sola vittoria.

«Stiamo monitorando la situazione degli infortunati e potrò capire ambizioni e reali possibilità solo quando avrò la squadra al completo e pronta a giocare. Siamo ancora lontani da quel punto e ora siamo concentrati solo sui progressi da fare».

Sicuramente una dichiarazione che andava fatta, anche per mettere in qualche modo le mani avanti se dovessero presentarsi delle difficoltà, come in effetti è avvenuto all’inizio della scorsa stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche