Get Adobe Flash player

Golden State campioni… dei social network!

warriors champions conferenceÈ un legame sempre più stretto quello tra i Golden State Warriors ed il mondo della Silicon Valley. Abbiamo già avuto modo di vedere come il pioniere sia stato Stephen Curry che nel corso della scorsa stagione si è lanciato in due progetti informatici vincenti: la collaborazione con il sito internet CoachUp, che permette di allenarsi in tutte le principali discipline sportive sotto la supervisione di un personal trainer tramite internet, ed un’App per smartphone, ancora in fase sperimentale, con l’obiettivo temerario di mettere in contatto diretto i fan con i loro atleti preferiti, una sorta di social network per accorciare le distanze nel mondo dello sport.

Steph non è però l’unico ed è stato seguito a ruota da Harrison Barnes che vanta una collaborazione con Facebook, il re dei social per eccellenza.

Proprio lui ha voluto sottolineare il rapporto molto stretto che intercorre tra i ceo delle maggiori società informatiche nord americane ed il parquet evidenziando come non si debba rimanere stupiti se a bordo campo «capiti sempre più spesso di incontrare personaggi del calibro di Larry Allison, Jack Dorsey e Adam Bain» dirigenti di Twitter ed Oracle.

Infine anche Andre Iguodala ha acquistato una startup da ebay e, in attesa del lancio ufficiale, ha rimarcato il valore positivo di queste avventure imprenditoriali che, sotto il suo punto di vita, hanno contribuito senza alcun dubbio alla stagione positiva dei Golden State fungendo da valvola di sfogo e di evasione per tutto lo stress accumulato sul campo.

Insomma se New York e Los Angeles sono sempre state nell’immaginario collettivo speciali, con la fama di grande mela e di Hollywood, chissà che Oakland ed il suo roster nei prossimi anni non leghino i propri nomi a qualche azienda rivoluzionaria, come accaduto per Cupertino e la Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche