Get Adobe Flash player

Kobe sui nuovi Lakers e il possibile ritiro

kobe bryant titoloÈ stata una stagione deludente per i Lakers che per il secondo anno consecutivo non hanno c’entrato la qualificazione per i playoff, cosa che non succedeva dal 1976. Se poi si aggiunge l’infortunio di Bryant assieme alle indiscrezioni che vorrebbero questa come la sua ultima stagione si capisce il loro stato d’animo.

Black Mamba, chiamato in causa da Yahoo Sport, si è lanciato in un’analisi sul suo futuro, senza sbilanciarsi troppo, e su quello dei suoi compagni di squadra. Non ha dubbi sul fatto che i Lakers l’anno prossimo parteciperanno ai playoff e avranno modo di distinguersi perché «Abbiamo giocatori molto bravi nei loro rispettivi ruoli ed in più tanti sono i giovani. L’ostacolo più grosso è quello di fare adattare i tanti nuovi al nostro gioco, per questo stiamo per partire in ritiro con l’obiettivo di capire i nostri punti deboli e di forza».

Un ritiro importante dove lo stesso Kobe è chiamato a sondare le sue condizioni fisiche visto che nelle ultime tre stagioni si è sempre dovuto fermare a causa di continui infortuni. La riabilitazione di quest’anno è iniziata ad aprile e per questo ce la metterà tutta per essere in campo già da settembre nonostante i suoi 37 anni. Fisicamente ha detto senza mezzi termini di sentirsi bene «tanto di fisico che di testa. Non penso di aver alcun dubbio su quello che io possa fare, visto che ho recuperato completamente il mio corpo e le mie gambe. Non ho nessuna paura e questa è una cosa che in partita fa la differenza».

Per molti questa sarebbe l’ultima stagione di Kobe, sebbene dopo aver ventilato lui stesso l’addio non ha voluto dare conferme o date certe dicendo di non aver ancora preso una decisione definitiva: «Non c’è ancora nulla di scritto, questa rimane per me una decisione estremamente difficile da prendere. Tutti gli amici, compagni e colleghi a cui ho chiesto consigli mi hanno risposto “solo tu potrai sapere quando sarà il momento giusto”», aggiungendo quindi «qualcuno potrà pensare che sia facile rimandare questo genere di decisioni dopo la fine della prossima stagione, ma proprio per l’importanza che ha una scelta di questo tipo non può certo essere presa a cuor leggero prima di settembre. Bisogna vedere come andrà, quali risultati si centreranno e da lì decidere. Prendere una decisione del genere così su due piedi è sbagliato e molto difficile visto che soprattutto ti può vincolare sul rendimento in campo».

Visto il mercato dei Lakers è evidente quanto stiano investendo per raggiungere almeno l’accesso ai playoff. Del resto il roster stesso è stato rinfrescato scommettendo sulla coppia D’angelo Russel – Roy Hibbert e l’idea che un veterano come Black Mamba possa fare da guida a questa franchigia alletta in molti, tra cui lo stesso Byron Scott che all’indomani dell’infortunio di Kobe lo scorso aprile diceva:

«bussate sul legno (equivalente del nostro “tocchiamo ferro”) affinché Bryant ci sia per tutto l’anno prossimo. Sarebbe magnifico se riuscisse a giocare con i nostro ragazzi più giovani perché vorrebbe dire che stanno imparando dal migliore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche