Get Adobe Flash player

Kevin Love: «Voglio vincere coi Cavs»

love infortunioArrivare a un passo dal sogno inseguito da una vita e dover rinunciare per infortunio. Un destino capitato a tanti sportivi, un elenco lunghissimo a cui si è recentemente aggiungo anche Kevin Love. Al primo anno a Cleveland, l’ex Minnesota ha contribuito a portare la squadra ai playoff, ma ha dovuto alzare bandiera bianca per l’infortunio alla spalla sinistra patito contro Boston. A un mese dall’intervento, a cui si è sottoposto lo scorso 30 aprile, il giocatore dei Cavs ha parlato per la prima volta con i giornalisti.

Mentre si avvicina Gara 1 delle Finals contro i Golden State Warriors, Love ha fatto il punto sulle sue condizioni, non nascondendo il dispiacere per il ruolo di spettatore a cui è costretto. «Sono felice di come stanno procedendo le cose, la riabilitazione alla spalla sta andando bene e conto di essere in campo fin dalla prima partita della prossima stagione. Giovedì sarò a fianco dei miei compagni. Certo avrei preferito essere in campo, ma voglio dare il mio contributo.»

Un piccolo ma prezioso aiuto da bordo campo. Con la speranza di veder vincere i compagni e indossare il suo primo anello di campione NBA. Un anello da sfoggiare poi l’anno prossimo, magari con la stessa maglia. Mentre in tanti gli prospettano un futuro lontano da Cleveland e da LeBron James, il ragazzo ha altre idee.

Il contratto con i Cavaliers prevede ancora un anno di ingaggio, da 16,7 milioni di dollari. Love potrebbe rinunciarvi entro il 30 giugno per negoziare un nuovo accordo pluriennale con la stessa franchigia. O, come sostengono tanti rumors, puntare sul mercato dei free agent per cercare altre destinazioni. E un Kevin Love al massimo, guarito al 100%, potrebbe davvero far comodo a tanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche