Get Adobe Flash player

Matt Barnes riempie il vuoto di Metta World Peace! Curiosità del nuovo bad boy della NBA

matt barnesSe dovessimo tracciare il ritratto di bad boy per eccellenza di tutta l’NBA, Matt Barnes ne sarebbe l’indiscusso protagonista stracciando tutta la concorrenza. I suoi atteggiamenti scontrosi sembrano appartenere ad un’altra disciplina e non al basket in sé, assumendo alle volte i tratti di una faida col pubblico o con gli avversari.

Ma è anche vero che al netto di migliaia di dollari sperperati in ammende varie, ci sono ottime prestazioni. C’è infatti una sorta di strana relazione tra la mancanza di fair play ed i risultati sul campo che lo hanno reso nel corso degli anni una presenza imprescindibile nei Clippers: nel biennio 2011 – 2013 le multe erano state solo 5, per impennarsi ad 11 nella stagione 2013 – 2014, sino alla crescita esponenziale di quest’anno con 17.

Collezionando una sanzione dopo l’altra è arrivato a detenere una media di 10.1 punti a stagione, raggiungendo il punto più alto della sua carriera con un career high di 74 partite. Una vera e propria rinascita che segna anche il suo rapporto con i Clippers: in 11 anni da professionista non era mai rimasto così tanto con la stessa squadra.

Uno degli episodi più chiacchierati risale proprio alla settimana scorsa quando, durante la partita L.A Clippers – Houston Rockets, a farne le spese è stata la madre di James Harden pesantemente insultata. Una bravata che gli è costata la bellezza di 50,000 dollari e che ha cercato di giustificare dicendo di non sapere chi fosse. Motivazioni un po’ pretestuose ma comunque credibili visto che questa è la terza multa per pesanti botta e risposta con gli spettatori.

Possiamo citare ancora l’episodio di domenica scorsa, quando è riuscito a far richiamare e poi cacciare, con un altro botta e risposta, Dwight Howard mettendo in seria difficoltà i Rockets. Certo il lato oscuro di Barnes non dovrebbe essere applaudito più di tanto, visto che anche nella sua vita privata la polizia è stata chiamata per sedare i suoi scatti d’ira sino ad arrestarlo con l’accusa di violenze domestiche.

Da parte sua però ha cercato di stemperare le polemiche dichiarando ai giornalisti: «È una follia che il pubblico possa dire di tutto ai nostri figli e alle nostre mogli, mentre se apro bocca so già di rischiare 25,000 $. Mi sembra di aver sentito DJ e D-Wade (DeAndre Jordane e Dwyane Wade) dire che anche noi siamo umani, per questo rispondiamo. Certamente alcuni si divertono a pungolarci e ad insultarci come animali in gabbia, salvo poi correre a far la spia quando rispondiamo. Forse è meglio, se non vuoi che nessuno ti dica qualcosa di spiacevole, iniziare a tacere per primo».

Giocare dando il massimo sotto tutti i punti di vista è quello che a Barnes riesce meglio, se la conseguenza è quella di dover giare sempre con il libretto degli assegni ben venga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche