Get Adobe Flash player

Espulso ed eliminato, media USA scatenati su Metta

Gianluca RonaChiamatelo Metta World Peace o Panda’s Friend, sicuramente Ron Artest è uno che fa sempre parlare di sé negli Stati Uniti. Persino quando gioca a migliaia di chilometri da casa. Dall’altra parte dell’oceano, non è certo passata sotto traccia la fine della sua stagione con la Pallacanestro Cantù: estromesso dai playoff dopo la sconfitta con Venezia, espulso nell’ultima gara e squalificato per 2 turni dalla Lega Basket.

Ma questa volta, Metta ha pagato un prezzo decisamente superiore alle sue responsabilità. Intanto per i fatti di Venezia. Espulso per un accenno di rissa con il connazionale Julyan Stone e punito dagli arbitri (“comportamento diretto a fomentare la reazione del pubblico”, quanto riportato a referto) con una sanzione apparsa eccessiva ai commentatori presenti alla gara. E per giunta fatto bersaglio di un deprecabile lancio di oggetti da parte del pubblico veneziano seduto dietro la panchina canturina, per il quale la società di casa dovrà pagare un’ammenda di 3mila euro.

Ma all’insegna del “cornuto e mazziato”, Artest è stato anche vittima di un equivoco informatico… Dalla cronaca web “play by play” del sito ufficiale legabasket.it, risultavano fischiati ben 5 falli nel giro di appena un minuto (al 37’ del secondo tempo), di cui 3 al momento dell’espulsione. Un malinteso che ha scatenato i media americani, pronti ad aggiungere un’altra tacca alla fama di “bad boy” dell’ex giocatore dei Lakers.

Un malinteso poi risolto, ma solo dopo che molti dei principali siti americani (non solo quelli sportivi) avevano dato ampio spazio alla nuova impresa di Metta. Un’impresa che, se non altro, ha permesso di regalare un momento di celebrità al campionato italiano. Con buona pace dell’amico dei panda, che ha comunque confermato la sua passione per il nostro paese e l’intenzione di restare ancora a Cantù. Come dargli torto, visto il trattamento ricevuto dalla stampa di casa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche