Get Adobe Flash player

Chicago out, i Cavs ora sono una squadra

dellavedova cavsLa prima squadra a conquistare la finale di Conference sono i Cavaliers che escono vittoriosi per 94 a 73 dall’arena di Chicago eliminando così i Bulls dai playoff. Questa volta a far notizia non sono le prestazioni di un singolo, ma la prestazione di squadra dei Cavaliers che raggiungono la vittoria grazie ai punti di praticamente tutta la rosa.

A brillare sono infatti Matthew Dellavedova (19 punti) e Tristan Thompson (13 punti e 17 rimbalzi) uscito fuori alla grande nella serie contro Chicago, grazie anche a una flessione evidente di Joakim Noah, che in queste ultime partite è stato la controfigura di se stesso, in attacco ma soprattutto in difesa.

Per i Cavaliers si ferma, un’altra volta, Irving dopo soli 12 minuti giocati: dopo una penetrazione la sua gamba ha una rotazione anomale ed è costretto negli spogliatoi per poi ritornare e gustarsi la prestazione delle “riserve” dalla panchina.

Ora coach Blatt, che si prende una piccola rivincita dopo le ultime uscite che aveva ridimensionato la sua leadership, è solo il secondo allenatore che al primo anno raggiunge una finale di Conference, preceduto proprio da coach Thibodeau. Quest’ultimo dato da molti per partente da Chicago ha spiazzato tutti nel post partita: «Finché qualcuno non viene da me a dirmi di andar via io continuerò a pensare di allenare qui anche il prossimo anno».

Per i Bulls una stagione comunque positiva, se si pensa ai continui infortuni che li hanno tartassati anche nei playoff, mentre i Cavaliers ora aspettano la vincente tra Hawks e Wizards.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche