Get Adobe Flash player

Bargnani: «Voglio una squadra per vincere l’anello»

andrea bargnani new york knicksÈ stato un finale di mese di aprile da spettatore, quello di Andrea Bargnani. Altro che playoff, obiettivo che i suoi Knicks si erano prefissati a inizio stagione. Ma solo un periodo di riflessione dopo la peggior stagione di sempre per la franchigia newyorkese. Mai in lotta per la post season e appena 17 vittorie nella fase regolare al netto di 65 sconfitte. Per l’azzurro, le riflessioni non si limitano a questo. C’è da pensare al futuro prossimo che, stando ai rumors dell’ambiente NBA, difficilmente sarà ancora nella Grande Mela.

Intanto, in attesa di conoscere la nuova destinazione e di trascorrere un’estate con la Nazionale di Simone Pianigiani, per Bargnani è tempo di bilanci. Con le sue parole rilasciate alla Gazzetta dello Sport. «Abbiamo deluso le aspettative. Eravamo convinti che saremmo arrivati ai playoff, poi le cose sono andate in modo diverso e non so darmi una vera spiegazione. Infortuni a parte».

Già, gli infortuni. Anche l’annata appena finita in archivio per il Mago è stata funestata da problemi fisici che lo hanno costretto ai box per 53 partite in regular season. Così che ha potuto dimostrare il suo talento in meno di una trentina di apparizioni, chiudendo con una media di 27 minuti in campo, 14.8 punti e 4.4 rimbalzi. «Per me è stato molto frustrante non poter aiutare i compagni nella prima parte del campionato – ha proseguito Bargnani -. Quando sono rientrato credo di aver fatto bene, per cui sono abbastanza soddisfatto».

Una soddisfazione che però potrebbe non essere sufficiente per rivedere il ragazzo romano al Madison Square Garden. «A New York mi sono trovato bene, la città mi piace e ho instaurato un ottimo rapporto con tutti, in particolare con coach Fisher. Ci sono stati anche momenti difficili, i media a volte mi hanno attaccato, così come hanno fatto con diversi miei compagni, ma in una stagione così negativa è normale. Se ci fossero le giuste condizioni non mi dispiacerebbe rimanere qui. Vediamo cosa succederà dopo il primo di luglio. Lascio lavorare il mio agente, io oramai sono un veterano nella NBA e se devo essere sincero vorrei andare in un club con ambizioni, per provare a vincere l’anello».

Ma prima di tentare di ripetere l’impresa di  con i San Antonio Spurs, Bargnani deve affiancarsi a Marco e agli altri compagni azzurri per tentare l’assalto al titolo Europeo. Un obiettivo per dimenticare una stagione negativa e per ripartire forte in una nuova avventura. Ovunque essa sia. Conclude il Mago: «Voglio giocare con la Nazionale quest’estate. Credo che non ci saranno problemi con le tempistiche».

bet1128-sports-banner-affiliates-nba-april-30-400x80

Una risposta a Bargnani: «Voglio una squadra per vincere l’anello»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche