Get Adobe Flash player

Splash Brothers ancora decisivi per gli Warriors, Bulls vincono un’altra battaglia

bulls bucks rissaEnnesimo show per gli Splash Brothers nella partita della notte, 48 punti in due che trascinano alla vittoria in Game 2 per gli Warriors. Stephen Curry, sempre più vicino al titolo di MVP, non è stato perfetto (ha realizzato un 9/21 dal campo), ma è stato in grado di creare spazio per Klay Thompson, che ha chiuso con 26 punti.

I Pelicans hanno giocato abbastanza bene e dopo tre quarti erano ancora in partita, ma gli Warriors hanno alzato le percentuali nel quarto periodo in un modo tale da non permettere agli avversari di tenere il passo. Thompson ha chiuso con 11/17 dal campo, mentre Anthony Davis anch’esso con 26 punti alla fine, non è bastato per battere i primi classificati ad Ovest.

«Giochiamo un basket pazzo e esplosivo», ha detto coach Kerr a fine gara, «a volte prendiamo delle decisioni folli, ma forse è anche questo il motivo per il quale siamo arrivati così in alto in stagione, è ciò che ci rende quello che siamo».

L’altra partita della notte vede imporsi i Bulls, che si portano sul 2 a 0 nella serie contro i Bucks. Una vera e propria battaglia, in perfetto stile Playoff e soprattutto perfettamente nelle possibilità di Chicago, completamente a proprio agio in partite di questo tipo.

7 falli tecnici alla fine della Gara, con gli arbitri che faticano non poco per tenere a bada la tensione. Zaza Pachulia dei Bucks sembra il più teso, con 2 tecnici solo nel quarto periodo e quindi espulsione, per due falli molto duri, con conseguente accenno di rissa, fortunatamente placato.

Nikola Mirotic, in lizza per il premio di matricola dell’anno, esce dalla gara acciaccato per i colpi subiti da Pachulia e il suo compagno Gasol a fine partita lo difende: «Spero non abbia niente di grave, ma Zaza nel finale è stato punito per un comportamento troppo duro. Gli arbitri sono lì anche per preservare la salute dei giocatori».

La serie ora si sposta a Milwaukee e c’è da aspettarsi che il livello di tensione si destinato a salire ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche