Get Adobe Flash player

Russell Westbrook come MJ, i Thunder pensano a due anni fa…

russell westbrook thunderEra la partita della verità per Oklahoma City, che se fossero usciti sconfitti sarebbero dovuti andare a riaprire la serie in casa degli Spurs. E invece Gara 4 è stata dominata dai Thunder e in modo particolare da Russell Westbrook, che mai come stanotte è stato decisivo per i suoi. «Il coach ci ha detto che stasera avremmo dovuto dare il massimo e tutto partiva da me. Ho cercato di essere decisivo in entrambe le metà campo e ci sono riuscito», detta così sembra facile.

Westbrook conclude la partita con 40 punti, 10 assist, 5 rimbalzi e 5 palle recuperate. L’ultimo a realizzare una prestazione da 40/10/5 è stato Michael Jordan nel lontano 1989, ovviamente con la maglia dei Chicago Bulls. Stephen Curry aveva realizzato 40 punti e 10 assist nei playoff della scorsa stagione e, oltre a lui e Westbrook, gli altri giocatori in attività ad esserci riusciti sono stati Kobe Bryant, Tony Parker e Rajon Rondo.

Oltre allo score personale vanno aggiunti i 23 punti procurati dai suoi assist, 14 dei quali messi a segno da Kevin Durant, che rendono perfettamente l’idea di quanto sia stato decisivo per il 2 a 2 il play originario della California.

Oltre all’ormai consueto “trentello” di Kevin Durant, decisiva è stata la gara di Serge Ibaka, che ha recuperato in tempi record dall’infortunio che si temeva lo potesse tener fuori definitivamente. Con lui in campo i Thunder sono riusciti a rimettere in piedi la serie e ora vanno a San Antonio con la convinzione di poter eliminare i finalisti NBA dello scorso anno.

Nella stagione 2012 la serie tra Spurs e Thunder, che si sono scontrate sempre in finale di Conference, aveva seguito, fino a questo punto, lo stesso copione: Spurs 2 a 0 e vittoria finale per 4 a 2 dei Thunder, che poi si sono arresi in finale contro gli Heat.

Tony Parker non teme il ripetersi della storia: «Ogni partita è differente, figuriamoci una serie di due anni, non è nemmeno paragonabile. Abbiamo lavorato tanto per conquistare il fattore campo e ora dobbiamo solo trarne vantaggio».

Una risposta a Russell Westbrook come MJ, i Thunder pensano a due anni fa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche