Get Adobe Flash player

Miami, ancora un febbraio… in maschera

lebron maskSe la stagione si chiuderà ancora con l’anello è ancora presto per dirlo, ma a Miami hanno vissuto il solito strepitoso febbraio. Iniziato e chiuso nella stessa maniera: con un netto successo ai danni dei New York Knicks. Il 108-82 di stanotte in Florida ha permesso a LeBron e soci di finire il mese con un bilancio di 9 vittorie e l’unico ko patito a Utah.

Heat vincenti, ma non solo. La squadra di Erik Spoelstra ha continuato la rincorsa al primato a Est a colpi di medie offensive altissime, ma al tempo stesso di grandi difese. Statistiche alla mano, i rivali di Miami non hanno mai tirato sopra il 50% per tutto il mese e nelle ultime 4 gare non hanno neppure raggiunto il 40%.

Numeri che riassumono perfettamente l’ultimo successo. I Knicks sono lontani parenti dalla squadra che solo un anno fa si è piazzata al 2° posto della Eastern e gli Heat ne hanno messo in luce tutti i limiti attuali. Il 60 a 39 nelle medie al tiro è il dato che meglio rispecchia un match rimasto equilibrato nei primi 2 quarti e di fatto chiuso dopo un 23-3 dei padroni di casa nel finale di 3° quarto.

Per “omaggiare” il Carnevale, LeBron James ha messo la maschera… Una protezione in carbonio necessaria dopo l’infortunio al naso patito pochi giorni fa a Oklahoma City. E il ritorno in campo del King è stato in grande stile, con 31 punti, fatto di un impressionante 13 su 19 al tiro. Addirittura migliorato da Dwyane Wade con il suo 10 su 13 per 23 piunti. Tris da 11 punti Mario Chalmers, Norris Cole e Ray Allen. Ai Knicks non è bastata la prova del solito Carmelo Anthony con 29 punti e 7 rimbalzi, doppia doppia per Tyson Chandler con 19 punti e 16 rimbalzi.

Il successo su New York è stato il 6° consecutivo in casa Miami, una striscia che per ora è lontanissima da quella di 27 di un anno fa. Ma l’impressione è che anche in questo 2014, dopo il Superbowl – giocato il 2 febbraio proprio nella Grande Mela! – i Campioni abbiano dato l’accelerata in vista del gran finale di stagione. Gli Indiana Pacers sono già stati messi nel mirino, ma LeBron e compagni non si accontenteranno di chiudere la stagione con il miglior primato a Est.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche