Get Adobe Flash player

È il momento di Kevin Durant: i numeri e le curiosità

kevin durant oklahoma city 2013Oklahoma City in testa a Ovest con 8 vittorie consecutive e 36 totali in stagione, 3 di più degli Spurs secondi. Si può sintetizzare così il momento dei Thunder, proprio per far capire che Kevin Durant sta di fatto portando i suoi verso il primato e lo sta facendo inanellando una serie di prestazioni mostruose. A tremare è Kobe Bryant che vede insidiato il suo record di 16 partite consecutive con almeno 30 punti, visto che ora KD è a quota 11, senza alcuna intenzione di fermarsi.

Le 11 partite consecutive con un trentello sono riuscite nella storia solo a Michael Jordan, nell’87, e a Shaq nel 2001, mentre Tracy McGrady è secondo in questa speciale classifica con 14 gare consecutive. Questa impressionante serie è impreziosita poi con 4 prestazioni sopra i 40 punti, con il picco più alto registrato contro Golden State, in una partita da 54 punti.

Il mese di gennaio di Durant ha dell’incredibile: 36,9 punti di media, col 54% al tiro, 6,2 rimbalzi e 6,1 assist. Nessuno nella lega sta facendo o ha fatto meglio di lui in questa stagione. È la prima volta, dal novembre del 2009, che un giocatore è riuscito a realizzare 40 o più punti in una partita per due volte in una settimana, mentre quest’anno Durant è l’unico giocatore ad averlo fatto per più di una volta (6 per l’esattezza).

Dal giorno di Natale, giornata in cui si è infortunato Russell Westbrook, il numero 35 ha preso in mano la squadra e i numeri rendono perfettamente l’idea:

Prima Dopo
PPG 28.1 36.5
FGA PG 18.3 22.4
3-pt FGA PG 4.5 6.4
FTA PG 9.4 11.2

Come detto però quello che fa tutta la differenza del mondo sono le vittorie della squadra. Molte volte infatti i numeri sono “pompati” da momenti in cui le squadre, non dovendo chiedere niente al campionato, si appoggiano esclusivamente sulle prestazione dell’uomo simbolo, quasi non preoccupandosi poi del risultato finale.

Ora la corsa all’MVP, che sembrava più essere di Paul George, ha preso decisamente una piega importante. Se riuscirà a mantenere una media di questo livello non può che essere Durant il migliore della NBA.

Una risposta a È il momento di Kevin Durant: i numeri e le curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche