Get Adobe Flash player

VIDEO: Miami batte Indiana in rimonta, LeBron durissimo con Chalmers

heat james wade allenUna vittoria di cattiveria quella degli Heat contro i Pacers, dopo che il primo round della stagione si era concluso con una vittoria di Indiana. La partita è stata per 3 quarti in controllo di Paul George e compagni, che si sono ritrovati sul +15 prima della rimonta finale, guidata come al solito da LeBron James. Per Il Prescelto una prestazione da 24 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, con una caviglia dolorante; specialmente nell’ultimo quarto è lui a dare la scossa agli Heat, che con un parziale conclusivo di 10 a 0 mettono a punto la rimonta, arrivando al +3 definitivo con una bomba di Ray Allen.

Dwyane Wade è il miglior marcatore degli Heat e i suoi 32 punti rappresentano la miglior prestazione contro i Pacers dall’inizio delle finali di Conference della scorsa stagione. «Vittorie come queste dimostrano che siamo una squadra che fino alla fine vuole e può vincere. Non importa quale sia il punteggio e come sia andata la partita, fino alla sirena possiamo lottare e battere chiunque». Queste le parole del numero 3 di Miami.

Paul George, autore di 25 punti, con 8 rimbalzi e 6 assist, fallisce un paio di triple nel quarto conclusivo, anche se ha da recriminare per qualche mancato fischio, specialmente sul tiro che avrebbe potuto portare i Pacers al pareggio a 4 secondi dalla fine. «Mentre stavo tirando mi sono sentito spingere sulla schiena. Mi sarei aspettato un fischio, ma non è arrivato e abbiamo perso. Al di là di questo, abbiamo le nostre responsabilità per come ci siamo fatti rimontare».

Il momento chiave della partita, almeno dal punto di vista motivazionale, è stato un timeout a metà del terzo quarto. Dopo l’ennesima palla persa di Mario Chalmers e una transizione difensiva rivedibile, LeBron James lo ha “sgridato” piuttosto energicamente in campo. Una volta in panchina i due hanno continuato la discussione e James si è portato faccia a faccia con il suo compagno.

Il risultato è stato che Chalmers non è più entrato, gli Heat hanno vinto e LeBron ha mostrato un’energia che fino a quel punto non si era vista. In un timeout nel quarto quarto poi, James si è scusato col suo compagno. Immancabile anche il Tweet a fine partita: “Amo Chalmers come un fratello! Ho sbagliato e mi sono scusato. Siamo a posto e lo saremo sempre“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche