Get Adobe Flash player

Se perdi con Utah…

Thibodeau RoseÈ l’inizio della fine per i Bulls, che vedono tramontare le speranze dell’ennesima stagione a causa dell’infortunio di Derrick Rose. Il segnale inequivocabile è la sconfitta contro la squadra materasso di questo inizio stagione: i Jazz. Prima di questa notte la squadra di Salt Lake City aveva battuto solo i Pelicans, per poi inanellare una lunga serie di batoste. È immaginabile che l’infortunio di Rose destabilizzi lo spogliatoio, ma se non si vuole buttare una stagione si deve da subito invertire la rotta.

Proprio di questa opinione è coach Thibodeau: «Mollare non è nel mio stile e non lo faremo. Non è nemmeno in considerazione una stagione “sabbatica”. Il mio lavoro è allenare questi ragazzi e sono contento della rosa che ho, con o senza Rose. Abbiamo grandi motivazioni, molto carattere e passione. Accettiamo questa nuova sfida e vedrete che ne usciremo».

Le motivazioni però non bastano e quest’anno ad aiutare Thibodeau non c’è Nate Robinson, un giocatore che, nel ruolo di Rose, ha la personalità e i numeri per provare a trascinare i compagni.

Per questo motivo già da subito i Bulls si sono proiettati al mercato. Il giocatore che potrebbe sostituire Derrick Rose è Evan Turner dei 76ers. In questo inizio di stagione ha condotto Philadelphia in una grande partenza, facendo vedere di poter tenere alto il livello del gioco in tutte le fasi di una partita.

Il lato positivo è che Turner diventerà free agent in estate, quindi non andrebbe ad affiancarsi a Rose, nella speranza che poi il rientro sia definitivo, ma lo stipendio di 6 milioni costringerebbe Chicago a inserire nella trattativa Kirk Hinrich e probabilmente Tony Snell. Turner è nativo di Chicago e sappiamo quanto questo conti quando si decide di vestire la casacca dei Bulls.

L’altra ipotesi è provare a scambiare Luol Deng, che pare sia definitivamente fuori dai piani futuri dei Bulls, nella speranza di puntare tutto sul Draft del 2014. Ma questo vorrebbe dire buttare una stagione appena iniziata e storicamente non è nella mentalità Bulls.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche