Get Adobe Flash player

Preseason: Stevens stecca il debutto coi Celtics, bene Bosh e Warriors

stephen curry warriorsFinalmente si torna in campo in NBA, dopo la lunga sosta estiva le squadre sono impegnate nelle prime partite stagionali e arrivano le prime risposte. Ancora non si sono visti gli italiani, ma per il capitano della nazionale azzurra Gigi Datome è atteso l’esordio con la maglia dei Detroit Pistons per stasera sul campo di Auburn Hills contro il Maccabi Haifa. Andrea Bargnani e Marco Belinelli faranno il primo ingresso con le maglie di Knicks e Spurs domani, rispettivamente contro i Celtics e il CSKA di Mosca.

Il ritorno più atteso era quello di Derrick Rose, che anche nel secondo impegno contro i Memphis Grizzlies ha mostrato enormi progressi, arrivando a collezionare 13 punti in 23 minuti, ma con 10 tentativi ai liberi, segno che non disdegna il contatto con i difensori e le penetrazioni, uno dei suoi punti di forza.

Il nuovo coach dei Celtics Brad Stevens non può festeggiare a dovere il debutto sulla nuova panchina, vista la sconfitta subita per mano dei Toronto Raptors. «La NBA è molto, molto differente rispetto al NCAA e stasera me ne sono resoconto», ha dichiarato l’ex coach di Butler University, «le partite durano di più e con molti più possessi. Devo regolarmi con i time out e con le rotazioni della squadra, ma spero di riuscire ad abituarmi a questo nelle 7 partite di preseason».

A Miami, nella vittoria degli Heat contro gli Hawks, fa notizia l’assenza di Dwyane Wade, annunciato titolare inizialmente. Nessun problema grave, come ha detto anche il giocatore, che ha aggiunto solo di voler «aspettare qualche giorno per recuperare il ritmo partita». Con James a minutaggio ridotto la scena è tutta per Chris Bosh, che realizza 21 punti in 20 minuti, mentre l’ultimo lungo arrivato, Greg Oden, ancora non è pronto per essere schierato.

La vittoria più convincente, anche se siamo solo all’inizio, è quella dei Golden State Warriors sui Sacramento Kings. Quello che salta all’occhio è l’intesa immediata tra Iguodala e Stephen Curry, sempre più leader con 23 punti. Nota positivo per coach Jackson è la prestazione, in uscita dalla panchina, di Klay Thompson, che scherzando ha dichiarato a fine gara di puntare al titolo di miglior sesto uomo della lega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche