Get Adobe Flash player

Le finali NBA potrebbero tornare alla vecchia formula

PlayoffIl comitato NBA ha votato per tornare alla formula in vigore fino al 1984, secondo la quale le finali NBA si svolgono seguendo l’ordine 2-2-1-1-1 delle partite, ovviamente con le 4 partite in casa della squadra che in regular season ha una percentuale migliore tra vittorie e sconfitte. Dalla stagione del 1985 a quella del 2013 l’ordine tra casa e trasferta è sempre stato 2-3-2, ma il cambiamento ancora non è stato ufficializzato.

Questa modifica dovrebbe comunque essere approvata dai proprietari delle squadre, ma sembra che già dalla stagione prossima all’inizio si dovrebbe adottare questa formula. La motivazione è semplice: la squadra che si è classificata peggio in stagione regolare non ha un svantaggio concreto, perché fondamentalmente basta vincere una delle prime due gare per avere la possibilità di conquistare l’anello tra le mura amiche.

Nel 1985 il cambiamento era stato introdotto per evitare che gli spostamenti tra la costa Est e Ovest non gravassero sulle prestazioni, visto il viaggio affrontato dai giocatori per una sola partita. La proposta è di separare le gare in più giorni, per permettere ai giocatori di recuperare.

I proprietari delle squadre voteranno la nuova formula all’incontro di inizio ottobre, ma pare sia una pura formalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche