Get Adobe Flash player

Kirilenko: «Ho scelto i Nets per vincere, altro che KGB…»

Basketball Euroleague. CSKA vs. PanathinaikosAndrei Kirilenko ha deciso di rinunciare al contratto che lo legava ai Minnesota Timberwolves del valore di più di 10 milioni di dollari per un anno e tutti a quel punto pensavano che avesse in mente una squadra che potesse fargli l’ultimo maxi contratto della sua carriera. Quando ha optato per un anno al minimo per un veterano (poco più di 3 milioni) per giocare con i Brooklyn Nets le voci su possibili affari nascosti si sono scatenate, visto che il proprietario della franchigia di New York è il magnate russo Mikhail Prokhorov.

Kirilenko ha voluto smentire: «Non vedo cosa ci possa essere sotto. Sono abituato a questo tipo di sospetti, forse perché qui se si pensa alla Russia viene subito in mente il KGB. Non posso stare dietro a questo tipo di accuse, ma dopo 12 anni di NBA, mi ci faccio solo una risata sopra».

Anche Prokhorov è andato sull’argomento: «I vecchi stereotipi sono difficili da estirpare, ma io sono qui per rispettare le regole. Ringrazio i miei tifosi e i giornalisti per darmi supporto riguardo a questo. La luxury tax? Non ho niente in contrario, ma ho intenzione di fare qualsiasi cosa per vincere un titolo, sempre nel rispetto delle regole NBA».

Kirilenko ha chiarito anche le motivazioni che lo hanno portato a firmare per i Nets: «Alla mia età è arrivato il momento di vincere il titolo. Stavo bene a Minnesota ma sono sicuro che per me questa è la scelta migliore. Non ho mai dato peso ai soldi, sono uno a cui piace lottare e soprattutto vincere e credo che il nostro proprietario stia facendo quanto possibile per raggiungere questo obiettivo».

Una risposta a Kirilenko: «Ho scelto i Nets per vincere, altro che KGB…»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche