Get Adobe Flash player

I 5 peggiori quintetti della NBA

EvanTurnersummerleagueA due mesi dall’inizio della stagione regolare molte squadre si sono rinforzate, prima fra tutte i Brooklyn Nets.

Parlando di mercato però non ci si è soffermati su quelle che, allo stato attuale presentano un quintetto base per così dire “rivedibile”.

I motivi sono molti: risanamento delle casse, ricostruzione della rosa, cattiva gestione o altro.

Andiamo a vedere quali squadre sono messe peggio, analizzando solo i titolari (almeno sulla carta):

 

Menzione speciale – Boston Celtics:

PG: Rajon Rondo

SG: Avery Bradley

SF: Jeff Green

PF: Brandon Bass

C: Jared Sullinger

La squadra di Danny Ainge merita una nomina perché è quella che, rispetto alla scorsa stagione, è peggiorata maggiormente. Può comunque schierare 3 elementi validi come Rondo, Green e Bradley. Rondo è al centro di tutto, ma resta da vedere se sia in grado di portare tutto il peso della squadra sulle spalle.

5 – Charlotte Bobcats

PG: Kemba Walker

SG: Ben Gordon

SF: Michael Kidd-Gilchrist

PF: Cody Zeller

C: Al Jefferson

Potenzialmente i Bobcats sono costruiti per correre e segnare molto, viste le abilità dal perimetro di Walker e Gordon. L’unico statico è il nuovo centro Al Jefferson, che però è un buon realizzatore. Di sicuro il nuovo allenatore Steve Clifford deve puntare tutto sull’attacco, perché non vedo come possano difendere con le squadre più forti.

4 – Utah Jazz

PG: Trey Burke

SG: Alec Burks

SF: Gordon Hayward

PF: Derrick Favors

C: Enes Kanter

L’unica nota positiva per i Jazz è l’età: il 23enne Gordon Hayward è il più vecchio del quintetto. Questo fa ben sperare per il futuro ma li taglia fuori da obiettivi importanti. Detto questo, Hayward ha buone qualità e Trey Burke è un play che in futuro può essere al livello dell’All Star Game.

3 – Milwaukee Bucks

PG: Brandon Knight

SG: O.J. Mayo

SF: Ersan Ilyasova

PF: John Henson

C: Larry Sanders

Via Ellis e Jennings per Mayo e Knight i Bucks si presentano con un quintetto difficile da affrontare per chi attacca, ma più o meno impresentabile in fase offensiva. Mayo è forse l’unico in grado di segnare e in carriera ha una media punti di 15 punti a partita.

2 – Phoenix Suns

PG: Goran Dragic

SG: Eric Bledsoe

SF: Caron Butler

PF: Markieff Morris

C: Marcin Gortat

Ancora in ripresa dalla partenza di Nash, i Suns puntano su Dragic con in aggiunta Bledsoe, che dopo tante panchine ora vuole dimostrare il proprio valore. Guardando i nomi non c’è nessuno in grado di segnare e forse nella NBA può essere un problema. I bei momenti di Butler sono passati e quelli di Gortat forse non verranno mai. Morris ha fatto bene i Summer Leauge, ma i Suns allo stato attuale sono messi male.

1 – Philadelphia 76ers

PG: Michael Carter-Williams

SG: Jason Richardson

SF: Evan Turner

SF: Thaddeus Young

C: Nerlens Noel

Primi nella classifica dei quintetti peggiori sono i Sixers: hanno venduto Bynum e ceduto Jrue Holiday per prendere un altro centro rotto. Ponendo il caso che Noel riesca a recuperare in tempo formerebbe con Thaddeus Yong la coppia di lunghi più pesanti della NBA. Richardson ormai è arrivato e Turner, che sarebbe un buon elemento nelle rotazioni di una squadra, è chiamato a fare da leader. Veramente un quintetto pessimo!

Una risposta a I 5 peggiori quintetti della NBA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche