Get Adobe Flash player

Howard, ai Lakers solo senza D’Antoni e Bryant

bryant howardSi sbagliava chi pensava che la telenovela Howard fosse finita. O quanto meno in pausa in attesa del confronto sul campo tra la sua Houston e gli ex compagni dei Lakers. L’ultima indiscrezione arrivata da Los Angeles ha del clamoroso: per la sua permanenza in California il centro avrebbe chiesto come condizione l’allontanamento del coach Mike D’Antoni e soprattutto del simbolo Kobe Bryant.

La richiesta sarebbe arrivata proprio alla vigilia della decisione di Howard di firmare con i Rockets. Dopo aver incontrato i dirigenti di varie franchigie (oltre a Houston anche Dallas, Golden State e Atlanta), il centro avrebbe tentato un’ultima conciliazione con i Lakers. Ponendo però condizioni molto onerose. Come l’allontamento di Mike D’Antoni, coach con il quale non è quasi mai riuscito a legare. E soprattutto il taglio, o quanto meno il ridimensionamento della figura di Kobe Bryant, da tutti considerato quale l’incarnazione degli attuali Lakers.

Così anche gli ultimi tentativi di Los Angeles di mantenere il giocatore, arrivato in squadra appena un anno prima, sono naufragati. Il resto è storia nota, con l’addio di Howard ai Lakers e la sua decisione di approdare a Houston.

Più che mai ora l’attesa è per il confronto sul campo. Lakers e Rockets si affronteranno 4 volte in regular season. Le prime 2 in Texas (il 7 novembre e l’8 gennaio), le altre a Los Angeles (il 19 febbraio e l’8 aprile). Inutile dire che gli occhi di tutti saranno puntati soprattutto sulla sfida di metà febbraio, quando Howard metterà piede per la prima volta allo Staples Center, davanti ai suoi ex tifosi. E alla luce di queste ultime indiscrezioni, l’accoglienza non sarà certo da “figliol prodigo”.

4 risposte a Howard, ai Lakers solo senza D’Antoni e Bryant

  • KobeForever scrive:

    I lakers non hanno perso nulla…e se Kobe tornasse senza alcuna conseguenza dall’infortinio…e se Pau finisse di fare il cugino andicappato di Pau e tornasse a fare Pau…i Lakers sranno molto meglo dello scorso anno…ovviamente sempre se quello che in pamchina si spaccia per allenatore venga sostituito…

    We Want Phil – We Want Phil – We Want Phil – We Want Phil – We Want Phil

  • Marco scrive:

    Che faccia tosta. Con quello che ha combinato la stagione scorsa, non vale la scarpa vecchia di kobe.

  • Anonimo scrive:

    Se avesse collezionato 30 punti e 20 rimbalzi a partita forse potrebbe permettersi queste parole.

  • Toni scrive:

    Certamente ha dimostrato così tanto da potersi permettere certe frasi…Meglio Kobe zoppo che lui in splendida forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche