Get Adobe Flash player

Jason Kidd rimandato alla prima in panchina: ko e tecnico

jason kidd allenatore netsIl tempo è tutto dalla sua parte e per giudicarlo bisognerà vedere in campo i “veri” Nets, ma l’esordio da allenatore di Jason Kidd non è stato proprio indimenticabile. Alla guida di Brooklyn, impegnata nella Summer League di Orlando, l’ex Knicks è partito con una sconfitta contro i Detroit Pistons (76-67) e ha macchiato la sua 1ª con un fallo tecnico.

Risultato a parte, Kidd può mandare finalmente in archivio un esordio atteso (forse più dalla critica!) fin dal suo clamoroso annuncio di lasciare il basket giocato per diventare allenatore capo dei Nets. Per questo, ieri aveva tutti gli occhi puntati addosso. Anche quelli degli altri allenatori seduti in tribuna: Erik Spoelstra dei Miami Heat, Tyrone Corbin degli Utah Jazz e Brad Stevens, appena assunto dai Boston Celtics.

Per il suo esordio, Kidd si è affidato molto al suo nuovo vice Lawrence Frank, anche lui atteso da una 1ª speciale, contro quei Pistons che ha allenato fino a poche settimane fa. Il modo per iniziare a oliare i meccanismi, in attesa di avere poi la vera squadra da allenare. «Non ero nervoso – ha confessato a fine gara il neo coach -, sono sceso in campo troppe volte per esserlo, l’unica novità è questa volta non dovevo giocare. Questa è una una scuola estiva, un periodo di allenamento per tutti, per i giocatori, ma anche per noi allenatori e i nostri staff. Tutti siamo qui per cercare di migliorare. Io in particolare devo imparare ogni giorno, come fanno tutti gli altri. Quando un coach ha imparato tutto è il momento di andare in pensione!»

Una risposta a Jason Kidd rimandato alla prima in panchina: ko e tecnico

  • ft4 scrive:

    non puoi affidare una squadra che ha solo quest`anno la possibilita` di vincere un titolo ad un esordiente totale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche