Get Adobe Flash player

Draft NBA 2013: analisi della Western Conference

nbadraft2011Mancano solo 3 giorni al 27 giungo, data in cui avverrà il Draft NBA 2013. Ognuna delle 30 squadre sta in queste ore studiando la strategia, partendo dall’esito della Lottery, che ha premiato i Cleveland Cavaliers come i primi a scegliere. Vediamo nel dettaglio quale potrebbero essere le aspettative delle squadre ad Ovest per questo Draft, partendo dai finalisti di quest’anno:

Spurs: per tradizione la squadra Texana è orientata verso giocatori oltreoceano oltre a quelli provenienti dagli USA. È difficile ipotizzare quale possa essere la scelta al turno 28 e 58.

Thunder: l’infortunio di Westbrook obbliga a pensare alla posizione di playmaker per il mercato, a partire proprio dal Draft. Per questa ragione i giocatori nel mirino sono Michael Carter-Williams e Shane Larkin.

Nuggets: una delle rose più lunghe dell’intera NBA è però condizionata dall’operazione di Gallinari e dalla situazione di free agent di Iguodala e Brewer. Hanno bisogno di un giocatore versatile tipo Tony Mitchell o Deshaun Thomas.

Clippers: sono ad una stagione cruciale, in un momento ancora più importante: preso Rivers devono trattenere Paul; fatto questo la loro scelta dovrebbe optare su un lungo tipo Kelly Olynyk o Mike Muscala.

Grizzlies: le 3 scelte al secondo turno saranno utilizzate esclusivamente per giocatori d’attacco, partendo dalla più forte difesa della lega nella stagione appena conclusa. I nomi sono Ray McCallum e Ryan Kelly.

Warriors: salteranno il Draft avendo ceduto le proprie scelte nelle trattative di trade in corso di questa stagione.

Lakers: hanno la 48esima scelta alla vigilia di un mercato che vede Gasol in bilico, Nash sui 40, Kobe operato e Howard free agent.

Rockets: la squadra di Houston è in ottima situazione riguardo al salary cap. Hanno infatti spazio per free agent o per un paio di acquisti importanti, la loro 34esima scelta potrebbe andare su C.J. Leslie.

Jazz: un playmaker è indispensabile vista l’assenza per infortunio di Mo Williams. 2 chiamate al primo giro e una al secondo mettono Utah in una posizione invidiabile.

Mavericks: hanno bisogno di un giocatore praticamente in ogni ruolo, ma prima di tutto serve velocità. I nomi potrebbero essere Shabazz Muhammad, Michael Carter-Williams e Tony Snell.

Blazers: la 10ima scelta li pone in un’ottima situazione. Hanno bisogno di un centro, ma tutto lascia pensare che utilizzeranno la scelta in sede di scambi.

Timberwolves: visti i numerosi infortuni di Rubio, Love e Roy a Minnesota serve un giocatore che possa restare integro: Victor Oladipo risponde a queste caratteristiche.

Kings: Trey Burke è la più probabile scelta al numero 7 del primo giro, ma a Sacramento c’è da rifondare praticamente tutto.

Pelicans: gli ex Hornets hanno come star Anthony Davis, la sesta scelta deve andare su un giocatore che possa coesistere con lui. Trey Burke o CJ McCollum sono i nomi più probabili.

Suns: la quinta scelte deve andare su un futuro uomo squadra, i nomi sono quelli di Anthony Bennett o Alex Len.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche