Get Adobe Flash player

Grandi emozioni e un super LeBron, Miami 1-0 su Indiana

1369282941000-05-22-2013-Heat-Pacers10-1305230025_4_3_rx513_c680x510«Benvenuti alla finale della Eastern Conference». Alla fine, lo spot migliore l’ha trovato Erik Spoelstra commentando in sala stampa la vittoria dei suoi Heat in Gara 1 contro Indiana. Una sfida incredibile ed emozionate, che Miami ha vinto all’overtime grazie a un super LeBron James autore di una tripla tripla (30 punti, 10 assist, 10 rimbalzi, oltre a 3 stoppate) e del canestro decisivo all’ultimo secondo, che ha chiuso il match sul 103-102.

Forse gelosi che a Ovest sono già alla vigilia di Gara 3 (San Antonio avanti 2-0 su Memphis), Heat e Pacers hanno dato vita a una sfida ricca di pathos. All’AmericanAirlines Arena, di partite ne sono state giocate molte più di una. Meglio Indiana nel 1° tempo, capace di andare anche +7 e di chiudere a +5 all’intervallo (42-37). Solita rimonta Heat nel secondo e sfida che arriva punto a punto nel finale.

Miami sembra averla in pugno. Avanti di 2 a meno di 20” dalla fine e 2 liberi per uno specialista come Ray Allen. Ma l’ex Celtics ne mette solo 1 e dall’altra parte ci pensa il solito Paul George a inventare un missile da quasi 10 metri che riporta tutto in parità: supplementari. I Pacers partono meglio e vanno sul +3 ma non basta, per vincere e per evitare un altro finale thrilling. Padroni di casa avanti a 10” dalla fine e ospiti che rischiano di perdere palla. Alla fine tocca di nuovo a George tentare il miracolo. Niente canestro da 3, ma ingenuo fallo di Dwayne Wade (il 6°!) e 3 liberi. Un titolo di Most Improved Player si vede anche nella freddezza di non sbagliare, a poco più di 2” dalla fine e in casa dei Campioni in carica. Pacers +1  e timeout.

Timeout più che mai decisivo, perché Frank Vogel s’inventa una scelta che si rivelerà nefasta. Difesa tutta puntata sui tiratori e fuori Roy Hibbert (19 punti e 9 rimbalzi, di cui 7 in attacco). Senza una presenza ingombrante sotto canestro, Miami ne approfitta subito. Rimessa per LeBron James che supera facilmente Paul George e, senza la copertura del resto della difesa di Indiana, mette dentro il più facile dei tiri: 1-0 Heat.

Miami subito avanti nella serie. Grazie a LeBron, ma non solo. Altra prova da incorniciare per Chris “Birdman” Anderson, autore di 16 punti in 18 minuti, con 7 su 7 al tiro, 5 rimbalzi e 7 stoppate. Un aiuto fondamentale per mettere in difficoltà l’ottima difesa di Indiana. Wade ne ha messi 19 (9 su 15) ma con il rischio di rovinare tutto con il fallo finale su George. Chris Bosh ha chiuso con 19.

Su sponda Pacers, Paul George ha messo anche sostanza con 27 punti (3 su 6 da 3 e 10 su 11 ai liberi). David West straripante soprattutto nel primo tempo con 18 punti dei suo 26 totali. A Lance Stephenson non è riuscita un’altra prova super come in Gara 6 con New York, ma con 7 punti e 12 rimbalzi ha dato il suo contributo.

Ora si resta al caldo della Florida. Venerdì c’è Gara 2 e le premesse di assistere a un’altra sfida spettacolare ci sono tutte. Per difendere l’anello, i Campioni dovranno ancora sudare molto.

Una risposta a Grandi emozioni e un super LeBron, Miami 1-0 su Indiana

  • lord scrive:

    magari è una tripla doppia… xk 100 punti 100 rimbalzi e 100 assist mi sembrano troppi anche per lebron…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche