Get Adobe Flash player

Grande reazione degli Spurs e infortunio per Curry

curry warriors spursI 4 volte campioni NBA sono entrati nell’arena degli Warriors con una piccola crisi d’identità. In Gara 2 la squadra di Popovich non sembrava in grado di reggere i ritmi dei più giovani avversari, ma, come spesso è accaduto anche in stagione regolare quando hanno avuto un paio di giorni di riposo, hanno messo in campo un’intensità diversa e hanno dimostrato di poter vincere e convincere.

102 a 92 il punteggio finale con una prestazione super per Tony Parker. 32 punti per il francese, 25 dei quali nel primo tempo, dove gli Spurs hanno costruito il vantaggio che poi hanno gestito. Decisivo per i Warrios, ma in negativo, è stato Jarret Jack nel quarto periodo, con una tripla che non è arrivata al ferro e una palla persa nell’azione successiva, quando San Antonio si trovava sopra solo di 5 punti.

È stata la peggior partita ai playoff per Stephen Curry, che tira col 29,4%; quando è marcato da Danny Green non riesce a segnare: 2 su 20 nella serie.

Per Curry arriva anche l’ennesimo infortunio alla caviglia sinistra, quella che già in Gara 1 lo aveva costretto a ridurre i minuti in campo. Domenica ci sarà Gara 4 e i Warriors sperano di recuperarlo e soprattutto che le sue percentuali tornino quelle spettacolari di questi playoff fino ad ora. «Abbiamo fiducia in lui», ha detto Thompson, «è il nostro leader e il nostro più forte giocatore, speriamo che ce la faccia a giocare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche