Get Adobe Flash player

Gli Spurs soffrono ma battono ancora i Grizzlies: 2-0, ora tutti a Memphis

parker duncanMissione bis compiuta. San Antonio sfrutta al meglio il fattore AT&T Center e porta la finale della Western Conference sul 2-0. Memphis ancora battuta, ma in modo molto più sofferto rispetto al dominio in Gara 1. Dopo il -22 di domenica, i Grizzlies tornano a graffiare e costringono gli Spurs all’overtime. Finisce 93-89.

Coach Gregg Popovich può esultare per il 2° successo nella serie e tirare un sospiro di sollievo per la mancata beffa. I suoi Spurs dominano per tutto il primo tempo, andando all’intervallo avanti di 15 (46-31), prima di subire la rimonta tutta cuore di Memphis. I Grizzlies piazzano un 21-9 nell’ultimo quarto e portano la gara all’extratime. Dove c’è un nome su tutti: Tim Duncan, che firma 6 degli 8 punti dei suoi (17 in totale con 9 rimbalzi e 4 stoppate) e chiude i conti.

Tutta San Antonio può ringraziare ancora una volta Tony Parker. Nonostante la brutta esperienza di fine Gara 1 (minacce di un folle e ritorno a casa con tanto di scorta dello sceriffo!), il francese ha nuovamente messo in difficoltà la rocciosa difesa di Memphis. Alla fine i punti sono stati 15, ma ben 18 gli assist vincenti (dei 29 degli Spurs) distribuiti ai compagni. Doppia cifra anche per tutti gli altri del quintetto iniziale: Tiago Splitter (14), Kawhi Leonard (12 + 9 rimbalzi) e Danny Green (11). Solo 7 per Manu Ginobili.

Memphis ha rialzato la testa dopo la pessima Gara 1. Soprattutto dopo l’intervallo, la squadra di Coach Lionel Hollins è tornata a mostrare le proprie armi migliori: gran difesa e dominio sotto i tabelloni, con ben 60 rimbalzi presi, di cui 19 offensivi (contro gli appena 4 di San Antonio).

Dopo le scuse per la deludente sfida di domenica, Zach Randolph ha risposto sul campo con 15 punti e 18 rimbalzi. Coadiuvato da Marc Gasol (12 punti e 14 rimbalzi) e Mike Conley (18 punti). Anche Jerryd Bayless ha portato un contributo importante (18 punti) dalla panchina.

Sotto 2-0 i Grizzlies non si danno comunque per vinti e il recente passato regala più di un motivo per sperare. Intanto la rimonta nel 1° turno contro i Los Angeles Clippers, partita proprio dopo aver perso le prime 2 partite in trasferta. Ma soprattutto il fattore campo. Al FedEx Forum, Memphis ha fatto un 5 su 5 in questi playoff. Proseguendo una striscia importante che, anche in regular season, l’ha vista battuta una sola volta in casa dallo scorso febbraio. Senza dimenticare che gli Spurs ci hanno già lasciato 2 volte le penne in stagione, anche se sempre di misura: 101-98 al supplementare l’11 gennaio e 92-90 il 1° aprile.

La finale a Ovest potrebbe essere tutt’altro che finita. Sabato sera, dopo Gara 3, forse le idee saranno più chiare a tutti.

Una risposta a Gli Spurs soffrono ma battono ancora i Grizzlies: 2-0, ora tutti a Memphis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche