Get Adobe Flash player

Kevin Durant si carica: «Sono stanco di arrivare secondo, è il mio momento»

LeBron_James_Kevin_Durant_110245221_620x350Nel numero di Sports Illustrated in uscita il prossimo giovedì, la stella degli Oklahoma City Thunder e miglior marcatore NBA della scorsa stagione, Kevin Durant si racconta in una intervista nella quale tocca numerosi argomenti. Ovviamente si parla molto di basket e dell’obiettivo che i Thunder si sono prefissati per questi playoff.

Emblematico è un passaggio nel quale Durant sembra voglia scrollarsi di dosso una sorta di maledizione: «Sono secondo da una vita, lo sono sempre stato. Ero il secondo miglior giocatore al liceo. Sono stato seconda scelta al Draft. Per 3 volte sono arrivato secondo nei voti per l’MVP e l’anno scorso siamo arrivati secondi. Ora sono stanco di esserlo, voglio vincere».

Evidentemente il pianeta LeBron oscura anche Kevin Durant che però ora vuole la sua rivincita: «È il mio uomo», dice riferendosi a James, «non vedo l’ora di incontrarlo. In genere non guardo molta pallacanestro dopo gli allenamenti o le partite, ma lui lo osservo in continuazione».

«Ogni volta vado a controllare quanti assist o quanti punti fa, ma non c’è odio o quello che pensa la gente. Molti vedono due ragazzi lottare ad alti livelli per grandi obiettivi e si aspettano guerre o altro, noi al contrario ci rispettiamo».

Una finale tra questi due grandissimi è annunciata, ma prima per entrambi ci sono molti scogli da superare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche