Get Adobe Flash player

John Wall: «Fossi in Rose non giocherei quest’anno»

nba-feet-john-wall-debuts-in-two-pairs-of-reebok-zig-slash-1Subito dopo la vittoria dei Wizards sui Bulls, pressoché inutile a livello di classifica per entrambe le squadre, il play di Washington, top scorer della serata con 27 punti, ha voluto commentare il momento di Rose, al centro di molti sospetti e polemiche per la sua decisione di posticipare il rientro nonostante l’ok dei medici. John Wall ha saltato più di 2 mesi per un infortunio al ginocchio; niente di paragonabile all’operazione che ha dovuto subire Rose, ma comunque delicato per quanto riguarda la riabilitazione.

«Credo che squadra, società e tifosi debbano ricordarsi cosa ha già fatto Rose per questa squadra e provare a capire il motivo per il quale probabilmente non tornerà quest’anno», ha commentato Wall. «Io fossi nella stessa situazione non tornerei mai prima dell’anno prossimo. Non c’è il tempo per trovare il ritmo partita. Un giocatore come lui non può rientrare e andare subito a mille».

«Se fisicamente è in grado di giocare solo 5 minuti a quarto, non riuscirà mai a tornare ai suoi livelli. Secondo me Rose deve tornare quando è Rose».

L’allenatore dei Bulls, Tom Thibodeau, ha commentato così: «Non credo che a Rose interessi quello che praticamente tutta la NBA pensa a proposito del suo ritorno. È concentrato solo su una cosa: recuperare al meglio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche