Get Adobe Flash player

A Miami, la vendetta ai Bulls va servita… Heat!

JamesWadeBosh (1)Si dice che la vendetta sia un piatto da gustare freddo. A Miami preferiscono servirlo… Heat. In particolare ai Chicago Bulls, squadra capace di battere due volte in stagione LeBron e compagni, ma soprattutto di interrompere la loro fantastica striscia vincente. L’ultima sfida in regular seaon si è chiusa sul 105 a 93.

Con i playoff ormai dietro l’angolo, questa volta Coach Erik Spoelstra non ha voluto fare sconti. Dentro tutti i Big Three (James 24, Wade 22, Bosh 12) per una partita che a Miami aspettavano dal 27 marzo, giorno in cui a Chicago hanno visto fermare a 27 la loro serie di vittorie consecutive. Proprio quando il record assoluto di 33 dei Lakers del 1971/72 era entrato nel mirino.

Questa volta per i Bulls non c’è stata la possibilità di dare un altro dispiacere agli Heat, magari casalingo, come accaduto il 4 gennaio all’AmericanAirlines Arena. Deng ha chiuso con 19 punti, Boozer con 16 e con 20 rimbalzi. Per Marco Belinelli 7 punti, ma soprattutto 30 minuti sul parquet per ritrovare la migliore forma in vista dei playoff.

Playoff che per Miami hanno già un nome (Milwaukee Bucks), mentre per Chicago sono ancora tutti da decifrare. Il 47-37 attuale vale il 6° posto e una scontro con gli Indiana Pacers. Ma il 5° degli Atlanta Hawks (e quindi il duello con i Brooklyn Nets) dista appena una partita. Decisive le ultime 2 gare da giocare. Insomma, la regular season non finirà di regalare emozioni fino all’ultima sirena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche