Get Adobe Flash player

San Antonio tocca quota 50 e fa fuori i Mavs

duncan popovichIn Texas si festeggia solo a San Antonio. Gli Spurs proseguono la loro rincorsa al primo posto assoluto nell’NBA e fanno fuori di fatto una delle rivali storiche: Dallas. All’AT&T Center, i Mavericks sfiorano solo l’impresa in rimonta, ma confermano ancora una volta che la stagione è davvero stregata.

Finisce 92-91 per gli Spurs (Tim Duncan 28 punti e 19 rimbalzi), con il sorpasso Mavs fermato dal ferro che respinge la bomba di Vince Carter all’ultimo secondo. Una beffa per Nowitzki e compagni, capaci di rientrare in corsa dopo una rimonta di 7 punti negli ultimi 3 minuti. Invece è arrivata l’ennesima beffa che a questo punto mette quasi la parola fine alle speranze di playoff di Dallas.

San Antonio ha invece più di un motivo per festeggiare, non ultimo quello di aver quasi eliminato un’avversaria abituale (e ostica!) delle fasi finali. Ma soprattutto per aver centrato la vittoria numero 50 in stagione, prima squadra di tutta l’NBA a riuscirsi. Prima ancora di Miami Heat e Oklahoma City Thunder con cui gli Spurs si stanno giocando il primo posso assoluto, che significa vantaggio nel fattore campo.

E quanto questo aspetto faccia la differenza, Gregg Popovich l’ha capito soprattutto nelle ultime settimane. Non tanto per il primato di 27-4 ottenuto in casa, ma per le due recenti batoste subite fuori dal Texas: -30 a Portland e -24 a Minnesota. Un aspetto, questo, che gli Spurs contano di superare con il rientro di Tony Parker. Il play francese, fuori nelle ultime 6 partite, dovrebbe rientrare tra un paio di settimane. Basterà questo per vedere i veri Spurs anche lontanto da San Antonio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche