Get Adobe Flash player

Pacers arrabbiati con i tifosi di Indianapolis

george hill indianaUna sconfitta maldigerita. Ai Pacers il ko casalingo di venerdì contro i Los  Angeles Lakers proprio non è andato giù. Intanto per come è maturato: un 99 a 93, con la squadra di Mike D’Antoni capace di costruire il successo tutto nell’ultimo quarto. Ma a far arrabbiare i ragazzi di Frank Vogel è stato soprattutto il comportamento del pubblico.

La Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis non si sarebbe comportata… da sesto uomo. Dei 18mila spettatori presenti (ben oltre i quasi 15mila di media stagionale), molti avrebbero tifato Lakers. Almeno stando alle dichiarazioni di alcuni Pacers. In particolare George Hill, autore di 27 punti (11 su 19 dal campo, 4 su 8 dalla lunga distanza), ma soprattutto nativo di Indianapolis. La guardia ha bacchettato i suoi concittadini. «Uno schifo, solo il 30% degli spettatori tifava per noi, il resto era tutto per i Lakers».

Probabilmente, a Indianapolis in molti non hanno voluto perdersi il “mezzo miracolo” di Kobe Bryant che, a dispetto di tutte le previsioni, è sceso in campo. Erano poche le possibilità che recuperasse dalla distorsione alla caviglia sinistra (che lui stesso ha definito la più brutta della sua carriera) subita due giorni prima ad Atlanta, eppure il Black Mamba ha stretto i denti e non ha dato forfait. In campo per l’intero primo quarto, prima di arrendersi al dolore. Appena 12 minuti e uno zero nel tabellino (la 15ª volta in 17 anni di NBA): il calo delle medie stagionali barattato con un segnale forte per i compagni, che hanno vinto il match anche per lui. Un gesto che ha conquistato pure il pubblico di Indiana

Pubblico ingeneroso, secondo Hill e compagni. Nonostante una stagione davvero super dei Pacers, già qualificati per i playoff e in testa alla Central Division della Eastern Conference, con un bilancio di 40 vittorie e 25 sconfitte. Un ruolino costruito soprattutto in casa con 26 successi in 34 incontri. Tra cui spicca un 2 su 2 contro i Miami Heat che proprio alla Bankers Life Fieldhouse hanno subito l’ultima sconfitta prima della serie, ancora aperta, di 21 vittorie di fila.

Exploit che non sono serviti a conquistare del tutto i tifosi dell’Indiana. Un bel problema con l’arrivo dei playoff, in cui i Pacers avranno più che mai bisogno d’aiuto.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche