Get Adobe Flash player

Jordan: «Non sono il padre di Taj»

jordanNuova puntata della telenovela sulla presunta paternità di Michael Jordan. Dopo la denuncia di Pamela Smith, una donna della Georgia che lo aveva accusato di essere il padre del suo figlio 16enne (Grant Pierce Jay Jordan Reynold, detto Taj), l’ex campione dei Bulls è passato al contrattacco. Innanzitutto negando di essere il padre del ragazzo – nato da una relazione extraconiugale nel 1989, secondo la Smith – e chiedendo a un giudice della Georgia di chiudere la causa.

L’avvocato di Jordan, John Mayoue, ha affermato che alla Corte Superiore della Contea di Fulton è già stato presentato un documento. Dal quale si evincerebbe che la paternità di Taj è già stata accertata negli incartamenti del divorzio tra la Smith e il suo ex marito.

Air Jordan ha inoltre rilasciato una dichiarazione all’Associated Press nella quale ha voluto difendere se stesso e la sua reputazione. Inoltre ha accusato Pamela Smith di aver inventato la storia e ha annunciato di aver presentato a sua volta una denucia per le false affermazioni contro di lui.

Per il sei volte campione NBA, la speranza è che la vicenda si possa chiudere qui una volta per tutte. Così da permettergli di concentrarsi sui suoi Charlotte Bobcats e sul prossimo matrimonio con la modella Yvette Prieto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche